Venerato da generazioni di architetti, Carlo Scarpa è l’emblema di tutto ciò che gli attuali professionisti del settore vorrebbero, ma non possono permettersi di ottenere. Ne parla Luigi Prestinenza Puglisi.
Al via un nuovo ciclo di approfondimenti dedicato da Luigi Prestinenza Puglisi all’architettura nostrana e ai suoi protagonisti. Il primo a finire sotto la lente di ingrandimento è Renzo Piano, escluso per anni dal novero delle menti geniali e oggi idolatrato da addetti ai lavori e pubblico. Complice la capacità dell’architetto genovese di unire forma e concetto. Sfruttando il linguaggio della comunicazione.
Il massacro della cattedrale di Chartres, in Francia, si sta compiendo indisturbato. Ottocento anni di storia sono già stati cancellati dall'abside e dal transetto, e saranno presto cancellati anche dalla navata principale e poi dalle laterali. L’architetto Carlo Berarducci e il suo sdegno in questo editoriale.
Nonostante l’esiguo numero di progetti realizzati insieme a TStudio, Guendalina Salimei si è guadagnata un ruolo di tutto rispetto nel panorama dell’architettura italiana. Complice, anche, un rivoluzionario approccio ante litteram ai temi del verde e della sostenibilità.
Pur non essendo un architetto, Vittorio Sgarbi interviene spessissimo nel campo della progettazione. Con opinioni non sempre condivisibili.
Con un costo di 25mila euro per la configurazione base, la Wikkelhouse progettata dal team Fiction Factory è realizzata con 24 strati di cartone ondulato, rivestiti con finitura impermeabilizzante e listelli di legno. Disponibile in Italia dal 2017, è estendibile e personalizzabile e può avere una vita compresa tra 50 e 100 anni. Ecco il video.
Appuntamento numero 39 con la serie dedicata da Luigi Prestinenza Puglisi agli architetti italiani. Questa volta la scure cala su Gae Aulenti, “la peggiore” fra gli architetti italiani.
Un grande parallelepipedo di 30 per 20 metri, alto 8 metri con circa 700 mq di spazio interno, votato alla massima flessibilità e destinato a esposizioni, incontri e spettacoli: questo l’identikit del “cuore” del Centro Arti e Scienze Golinelli, in apertura a Bologna il prossimo 11 ottobre.
Più luce, più spazio, miglioramenti a livello strutturale. Con il progetto di trasformazione di 530 alloggi a Bordeaux, gli studi Lacaton & Vassal architectes, Frédéric Druot Architecture e Christophe Hutin Architecture hanno vinto il Mies van der Rohe Award 2019. La storia del progetto viene raccontata in questo documentario
Ha del clamoroso la vicenda del sequestro della struttura progettata a titolo gratuito dall'architetto milanese e realizzata con i fondi della raccolta promossa da Tg La 7 e Corriere della Sera.
Un progetto ambizioso nato nel 2004, ma realizzato solo a partire dal 2015 dalla società Coima che ne mantiene anche la gestione ora tramite la Fondazione Catella. Ecco come sarà e chi è la progettista che lo ha realizzato.
Nuovo appuntamento con i protagonisti dell’architettura italiana raccontati da Luigi Prestinenza Puglisi. Stavolta tocca a Guido Canali, un vero e proprio talento della progettazione, allergico alle dinamiche dello star system.

I PIÙ LETTI