grafica & illustrazione

grafica & illustrazione

Lora Lamm: grafica da un mondo perduto

Milano, Anni Cinquanta. Lora Lamm è l'autrice dei manifesti pubblicitari della Rinascente. Un mondo lontanissimo, che rivive fino al 21 luglio al Max di Chiasso.
La vignetta di Makkox sul Foglio, particolare

Il piccolo naufrago con la pagella in tasca. Dal libro di un medico legale...

Storie atroci, di uomini in fuga e di corpi affondati. E di bambini dalle vite interrotte. Parole e immagini esprimono il senso di un momento storico: un coraggioso medico legale e un vignettista tra i più talentuosi. La vicenda dei migranti nel Mediterraneo restituita con delicatezza, umanità e rigore di cronaca.
Agustín Ferrer Casas - Mies

La vita e l’opera di Mies van der Rohe in una graphic novel

Quasi duecento pagine di storia a fumetti per raccontare Ludwig Mies van der Rohe, uno degli architetti più importanti del Novecento. L'autore è lo spagnolo Agustín Ferrer Casas e la prefazione la firma nientemeno che Norman Foster
Le insegne Campari a Milano, collezione privata

Alla Other Size Gallery di Milano una mostra sulla pubblicità che ha fatto la...

Esposto nella galleria milanese un viaggio nella storia della réclame, a partire dai suoi inizi fino agli anni Sessanta. In mostra litografie, bozzetti e alcuni scatti d’epoca della città di Milano
Joe R. Lansdale, Una coppia perfetta, Einaudi, Torino 2013. Graphic design Riccardo Falcinelli (dettaglio)

Intervista con il grafico. Parola a Riccardo Falcinelli

Terzo appuntamento con i protagonisti della grafica italiana. Questa volta prende la parola Riccardo Falcinelli.
Malika Favre, Kama Sutra Alphabet

Hide and Seek. Le illustrazioni miminal e sexy di Malika Favre

Minimali ed elegantemente osé, le illustrazioni di Malika Favre colpiscono grazie a un tratto pulito e a colori decisi. Ne è un esempio la serie “Hide and Seek”.
Segni Esemplari. Installation view at Galleria Petitot della Biblioteca Palatina, Complesso Monumentale della Pilotta, Parma 2019. Photo Danilo Iantomasi

Un font da manuale. L’omaggio di Parma a Bodoni

Alla Biblioteca Palatina di Parma, una mostra dedicata agli amanti delle lettere: quelle lettere che, dalla rivoluzionaria invenzione di Gutenberg fino agli strumenti più moderni, compongono le pagine di libri, riviste, siti web e tutto ciò che prevede una comunicazione scritta e stampata. Al centro, una star dell'arte tipografica italiana: Giambattista Bodoni.
Ape Museo, Onde Evitar Tegole

All’Ape Museo di Parma una mostra sulle assicurazioni. Opere, manifesti e documenti

Una mostra originale e curiosa mette al centro le assicurazioni per tracciarne la storia attraverso un centinaio di manifesti firmati dai migliori artisti dell'epoca, testimonianze documentarie e antichi volumi. Dall'arte grafica alla società, fino alla comunicazione d'impresa.
Olimpia Zagnoli Illy Art Collection pack 6 esp

Sono firmati da Olimpia Zagnoli i fazzoletti Tempo e la nuova Illy Art Collection....

Doppia limited edition per l’illustratrice italiana nota in tutto il mondo che firma in contemporanea la collezione estiva dei fazzoletti Tempo e delle tazzine Illycaffè
Illustrazione, Elena Xausa magazine, BASE Milano

Due anni di Posterzine: le illustrazioni per il magazine di BASE nel suo ostello-residenza...

La mostra, presentata per la prima volta a casaBASE, il suo ostello di design a Milano, raccoglie le illustrazioni create in due anni di residenza d’artista da nomi come Olimpia Zagnoli e Camilla Falsini.
Mario Sironi, Il gigante e il pigmeo - Popolo d'Italia

Mario Sironi: la matita del Duce

Villa Torlonia, Roma – fino al 10 gennaio 2016. In mostra una selezione di duecentoventi opere rimaste segretamente custodite per più di cinquant'anni. Erano nella cartella di un collezionista e provengono da un fondo del Popolo d'Italia, il giornale fondato da Mussolini come organo di propaganda fascista.
Logo Milano Cortina

Milano-Cortina 2026. Il logo è brutto: partono polemiche e sfottò

A poche ore dalla presentazione della candidatura delle due città italiane per ospitare i giochi olimpici invernali del 2026, sui social scoppia la polemica sul logo che accompagna il videospot, considerato campanilistico e scontato. Ma si tratterebbe “solo” di un logo di candidatura, e non di quello ufficiale di città olimpica. E dunque per questo meno importante?

I PIÙ LETTI