Quando Udine guarda a levante

Diamo uno sguardo sul festival di cinematografia del lontano est più grande d’Europa. All’insegna delle italianissime corna per esorcizzare la sua 13esima edizione. È il Far East Film Festival, in sala - e non solo - in quel di Udine, fino al prossimo sabato.

Forme foniche. Da Prokofiev alla Callas

A Milano, lo spazio O' vibra e scratcha. Sergio Limonta installa una nuova versione di “Gravity One_fleeting vision”. Pura architettura fonica. 31 giradischi e 60 altoparlanti seguono gli schemi d'una imprevedibile sintonia, che prosegue fino al 20 maggio.

C’era una volta…

Bambini futuro d’Italia? Sicuramente dell’arte. Ne abbiamo parlato con Chiara Guidi/Socìetas Raffaello Sanzio, direttrice artistica del festival Puerilia. Dedicato all’infanzia. È così che si parla di teatro & co. su Artribune: Liveness.

Tenetevi forte… L’arte è merda! E sta volta non c’entra Piero...

I lettori meno propensi allo scherzo lo sanno: ogni tanto, solo di sabato, ci lasciamo andare. Non ce ne volete, poi dopo settimane come...

L’elogio della lucciola. Fra arte, umanità e teatro, in Trentino torna...

Cosa aspettarsi dopo “la rivolta”? Dopo aver indagato il tema della rivolta, CRATere - rassegna di arte, umanità e teatro - affronta quest’anno quello...

Roba buona che non arriva in sala

Sezione a cura di Giulia Pezzoli all'interno della rubrica Meanstreets, L.I.P. – Lost in Projection è dedicata al cinema d’autore che, per vari (e spesso futili) motivi, non viene distribuito in Italia. Film eccezionali che hanno percorso circuiti periferici e marginali, dispersi tra sedicenti blockbuster e cinepanettoni stantii. Resi invisibili da un mercato che pretende di “creare” i gusti del pubblico, con la scusa di assecondarli. Ve li proponiamo qui, perché vale la pena di fare finalmente la loro conoscenza.

Gagalogy. La lady del pop

Fenomeno Gaga. Un frullato di musica, moda, teatro, cinema, pubblicità. E moltissima arte. La reginetta delle scene mediatiche cambia volto alla velocità della luce, fra travestitismo e ossessione performativa. Accanto a lei stilisti di grido, da McQueen a Mugler. Ma anche grandi nomi dell’art system internazionale: Vezzoli in primis, che domande! Storia di una 25enne vulcanica che conquistò il mondo a forza di canzonette e trasgressioni fashion. Attenzione, articolo ad altissimo contenuto di videoclip.

Art as a Live Experience

È tempo di “Liveness”. Ecco il nome della rubrica di Artribune, diretta da Piersandra Di Matteo e dedicata alla scena performativa, alle implicazioni estetiche, sociali ed economiche di questa arte-in-presenza. Si entra subito nel “vivo” con Istantanee (Performing Fest), di scena a Roma da oggi al 18 maggio.

Noi credevamo?

Centocinquanta, tutta l’Italia canta. Ma già l’anno scorso si era levata qualche nota fuori dal coro. No, non stiamo parlando delle solite “camicie verdi”, bensì del film “meridionalista” di Mario Martone. Partito con difficoltà, e ora - meritatamente - sugli scudi. Una storia italiana.

Nuovo cinema Rä

Cosa succede quando trovi Guerre Stellari in Tunisia e Marocco? Succede che ti viene la curiosità, e vai in cerca del cinema dopo il cinema. Rovine del futuro, per una indagine che Rä di Martino porta a Roma, da Monitor, fino all’8 maggio.

Ciak si dipinge

Il regista Skolimowski si muove fra astratto e figurativo. È la ricerca di un equilibrio possibile. Una dimensione che manca al suo cinema fulgido, che non accetta compromessi. Trasferta polacca per Artribune.

Ultima serata per F.I.S.Co. a Bologna. Vi eravate persi Riccardo Benassi?...

Giunge al capolinea, con due lavori dei performer Jonathan Burrows e Matteo Fargion, l’undicesima edizione del Festival Internazionale sullo Spettacolo Contemporaneo, a cura di...

I PIÙ LETTI