Tempo, strati e archeologia nella mostra di Elena Modorati a Milano

Riflette sul valore del tempo e degli oggetti l’arte di Elena Modorati. In mostra nella galleria di Lorenzo Vatalaro, bottega antiquaria di Milano

Antike è il titolo della contenuta ma articolata mostra di Elena Modorati (Milano, 1969) presso lo spazio di Lorenzo Vatalaro, una raffinata bottega antiquaria a Milano. Una storia sul tempo in cui cogliamo stratificazione, sedimentazione: concetti cari all’artista. La mostra propone tracce di andamenti temporali bloccati, fermati dalla cera in cui vengono immersi. Nel lavoro di Modorati si colgono le dinamiche di filiazione che per secoli hanno offerto la possibilità di leggere la storia dell’arte.

Elena Modorati, Per G, 2022, garze cerate avvolte, stampe fotografiche cerate
Elena Modorati, Per G, 2022, garze cerate avvolte, stampe fotografiche cerate

LA MOSTRA DI ELENA MODORATI A MILANO

I suoi sono oggetti del tempo, radiografie, in cui il presente è una sorta di contenitore di quanto è stato. Il passato ha lasciato dei segni che vanno letti nella giusta prospettiva. Afferma Modorati: “Ogni oggetto è oggetto del tempo. L’apparente distanza temporale può così essere riletta attraverso il filtro di concetti quali densità e ammucchiamento”.
In alcune opere in mostra sono inseriti dei dettagli archeologici con i quali si creano dialoghi silenti e intimi quanto complesse corrispondenze: come in Arula, un fragile altarino che sembra sottolineare la sacralità degli oggetti.
Per G. è invece un piccolo ossario di garze cerate a cui fanno eco fotografie di un ossario reale: anche qui è il tempo della vita e della morte che segna inesorabilmente la nostra esistenza.

Angela Madesani

Eventi d'arte in corso a Milano

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Angela Madesani
Storica dell’arte e curatrice indipendente, è autrice, fra le altre cose, del volume “Le icone fluttuanti. Storia del cinema d’artista e della videoarte in Italia”, di “Storia della fotografia” per i tipi di Bruno Mondadori e di “Le intelligenze dell’arte” (Nomos edizioni). Ha curato numerose mostre presso istituzioni pubbliche e private italiane e straniere. È autrice di numerosi volumi di prestigiosi autori fra i quali: Gabriele Basilico, Giuseppe Cavalli, Franco Vaccari, Vincenzo Castella, Francesco Jodice, Elisabeth Scherffig, Anne e Patrick Poirier, Luigi Ghirri. Ha recentemente curato un volume sugli scritti d’arte di Giuseppe Ungaretti. Insegna all’Accademia di Brera e all’Istituto Europeo del Design di Milano.