Pezzi di ricambio e pittura. La mostra di Daniel Knorr a Napoli

La pittura di Daniel Knorr guarda al mondo dell’industria e alla sua automazione per parlare di desiderio. Nell’ambito di un progetto che da Basilea raggiunge la galleria Fonti di Napoli

Una Cadillac smontata nei suoi 33 panelli costitutivi e allestita sulle pareti della prima sala della galleria Fonti di Napoli e, nella seconda, una Smart, ricomposta nel suo aspetto ideale di veicolo. Entrambe le opere, risalenti al progetto Laundry, realizzato da Daniel Knorr (Bucarest, 1968) per Basel Unlimited nel 2019, assemblano e dis-assemblano una relazione profonda e tutto sommato oscura: quella tra l’oggetto idealizzato e la meccanica del desiderio.

Daniel Knorr. Laundry. Exhibition view at Galleria Fonti, Napoli 2022. Photo © Pamela Orrico
Daniel Knorr. Laundry. Exhibition view at Galleria Fonti, Napoli 2022. Photo © Pamela Orrico

DANIEL KNORR DALLE MACCHINE ALLA PITTURA

Con Laundry del 2019 Daniel Knorr indagava un rapporto ambiguo ma profondo: La “pulizia” dell’ideale di fabbrica, del modello industriale, contrapposta a tutta l’inevitabile “contaminazione” nel momento della sua immissione nel circuito sociale, fatto di desideri, piccoli o grandi egoismi, astuzie pubblicitarie e obsolescenze programmate. Knorr trasformava un macchinario per autolavaggio in congegno creativo automatizzato. Le tele che venivano fuori da questo processo erano tutt’altro che pulite, ma sporche in senso tecnico (la pittura sporca la tela) eppure tornavano vergini, intonse, come appena uscite dalla lavatrice o da un grembo materno motorizzato.

Daniel Knorr, Laundry Limo, 2019, Automative Machine Painting, Acrylic on Canvas, 180 x 130 cm. Courtesy Galleria Fonti, Napoli
Daniel Knorr, Laundry Limo, 2019, Automative Machine Painting, Acrylic on Canvas, 180 x 130 cm. Courtesy Galleria Fonti, Napoli

LA MOSTRA DI KNORR A NAPOLI

Un atto di pulizia inversa che viene amplificato dai colori brillanti, come giochi di luce sulle bolle di sapone industriale e sulle carrozzerie metallizzate delle auto. Questa mostra, mantenendone l’approccio concettuale, focalizza il senso più intimamente pittorico, ostensivo (quasi da Iconostasi bizantina) di quell’originario progetto. “Sporco” vs “Pulito” “Idea” vs “Desiderio” non sono più solo forze catturate nella loro contrapposizione dinamica, ma mostrate ora come categorie visive complesse e pienamente fruibili in forma di oggetto e superficie pittorica.

Emanuele Leone

Eventi d'arte in corso a Napoli

Evento correlato
Nome eventoDaniel Knorr - Pezzi di Ricambio
Vernissage19/03/2022 ore 11
Duratadal 19/03/2022 al 19/04/2022
AutoreDaniel Knorr
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoGALLERIA FONTI
IndirizzoVia Chiaia 229 - Napoli - Campania
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Emanuele Leone Emblema
Emanuele Leone Emblema (Napoli, 1982) è storico dell’arte e curatore. Studi (alcuni conclusi, altri meno) in psicologia, lingue straniere, lettere classiche, storia delle religioni. Allievo e assistente di Amnon Barzel dal 2003 al 2006. Dal 2011 a oggi curatore e direttore del dipartimento didattico del Museo Emblema. Nel 2013 assistant curator al Moca di Los Angeles. Particolare predilezione per la didattica dell’arte contemporanea e l’interazione tra i percorsi museali e il mondo della scuola. Ha tenuto lezioni di storia e teoria dell’arte in accademie, gallerie, alcuni pub e centri di igiene mentale. Cerca di imparare a suonare il theremin, di tanto in tanto balbetta.