Arte e tessitura. Letizia Cariello in mostra al Filatoio di Caraglio

La mostra dell’artista Letizia Cariello al Filatoio Rosso di Caraglio rinsalda il legame tra l’artista e il luogo nel segno della tessitura.

Il tuo cielo è verde di Letizia Cariello (Copparo, 1965) accoglie il visitatore nel cortile del Filatoio di Caraglio con una monumentale gabbia d’oro appoggiata su un tappeto persiano, Thinkerbell, attorno alla quale si diffonde una musica, l’aria iniziale delle Variazioni Goldberg di Bach, che pervade anche il resto del Filatoio e della mostra.

LETIZIA CARIELLO E LA TESSITURA

Il percorso espositivo è composto da un’installazione site specific in ogni sala, dove sono presenti tutti i cicli di serie work in progress che spesso si articolano in altre declinazioni. La relazione tra l’arte della Cariello e il materiale e l’atto del tessere è evidente, trovando una familiarità spontanea e naturale con il Filatoio Rosso. La mostra e la gabbia sono caratterizzate da un denominatore comune, reale e simbolico: un filo rosso che rappresenta una linea continua e ideale con il luogo stesso dell’esposizione e la sua storia.

Letizia Cariello. Il tuo cielo è verde. Exhibition view at Il Filatoio, Caraglio 2021. Photo Mattia Gaido MAG Photos
Letizia Cariello. Il tuo cielo è verde. Exhibition view at Il Filatoio, Caraglio 2021. Photo Mattia Gaido MAG Photos

LETIZIA CARIELLO: LE OPERE IN MOSTRA

Caratteristici della Cariello sono i Calendari che, con la loro lunga sequenza di numeri e lettere, rappresentano una forma di meditazione sul tempo. Tondi ipnotici che scorrono attraverso i loro giorni, settimane, mesi e anni, un tempo circolare in cui nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto è sottoposto a una continua metamorfosi. A chiudere il percorso espositivo è il video che dà il titolo alla mostra stessa: Il tuo cielo è verde. Una ripresa di un campo di grano ancora verde attorno a Casale Monferrato, luogo familiare per Cariello, che l’ha visto crescere durante i mesi di lockdown ogni giorno nelle sue passeggiate, un mare verde animato da una folata di vento. Una sequenza emozionante che si ricollega ai campi di Caraglio, anch’essi una volta verdissimi per l’intensa coltivazione sia di gelsi che di canapa.

I TEMI DELLA CARIELLO

Il legame intimo e profondo con le materie più sottili e invisibili che compenetrano e circondano completamente il corpo fisico e l’esistenza, così come il tempo e il confine sono i temi cardine della personale di Letizia Cariello. Così la pratica del ricamo, i gesti delicati ma allo stesso tempo faticosi che accomunano l’artista ‒ da anni dedita alla pratica del ricamo e della tessitura ‒ e le donne operaie passate nel Filatoio, sembrano cucire insieme le opere da un punto di vista estetico e semantico.

Giulia De Sanctis

Evento correlato
Nome eventoLetizia Cariello - Il tuo cielo è verde
Vernissage11/06/2021 alle ore 18 e sabato 12 giugno dalle ore 14.30 alle ore 19
Duratadal 11/06/2021 al 12/09/2021
AutoreLetizia Cariello
CuratoreOlga Gambari
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoFILATOIO DI CARAGLIO - MUSEO DEL SETIFICIO PIEMONTESE
IndirizzoVia Giacomo Matteotti - Caraglio - Piemonte
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia De Sanctis
Dopo aver conseguito il diploma presso il Liceo Linguistico Santorre di Santarosa, l’amore per l’arte ha portato Giulia De Sanctis (Torino, 1998) a frequentare l’Accademia di Belle Arti di Torino, in cui attualmente è laureanda in Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico. Ha collaborato con due gallerie torinesi come assistente, occupandosi della catalogazione delle opere, di allestimento delle mostre e dell’ufficio stampa. In occasione di Artissima 2019 ha partecipato come assistente al meeting point e al bookcorner, in cui ha potuto apprendere i meccanismi del lavoro di squadra e del rapporto con il pubblico di una fiera internazionale di arte contemporanea. Ha seguito il processo di ideazione e creazione di prodotti destinati alla promozione delle attività della Fondazione Circolo dei Lettori di Torino, in particolar modo quelli digitali, acquisendo competenze come graphic designer. Collabora attivamente con diverse riviste e testate web del settore artistico ed è inoltre appassionata di fotografia nel 2018 ha creato un progetto fotografico di ritrattistica tuttora attivo.