Daniel Spoerri in una grande mostra al MAMAC di Nizza

Esponente di spicco del Nouveau Réalisme, deve la sua fama di artista soprattutto ai cosiddetti “Quadri-trappola” con avanzi di cibo. Ora, ultranovantenne, la Francia lo celebra con quasi 300 opere e documenti, dal 16 ottobre 2021.

Les_puces_1961_Photo Jacques Faujour © Daniel Spoerri ADAGP, Paris, 2021 (1200x815)
Les puces, 1961, Photo Jacques Faujour © Daniel Spoerri ADAGP, Paris, 2021 (1200x815)

Per la prima volta il MAMAC Musée d’Art Moderne et d’Art Contemporain di Nizza dedica una mostra all’artista ultranovantenne Daniel Spoerri (Galati, Romania, 1930), esponente di spicco del Nouveau Réalisme, vicino al movimento Fluxus, iniziatore dell’Eat Art grazie ai suoi celebri Tableux-Pièges (Quadri-trappola), grandi tavolate con avanzi di cibo nelle quali l’artista “fissa l’attimo”, rendendo definitiva una condizione passeggera. Questa monografia cattura il modo in cui l’artista si confronta con il caso, l’aneddoto e l’ironia, per andare alla ricerca di una nuova forma d’arte tesa al superamento della pura rappresentazione a favore di un’esperienza sensoriale ampia, partecipata e collaborativa. Nel 1968 l’artista apre un vero ristorante a Düsseldorf dove organizza banchetti festivi, trasformando, così, un momento di condivisione in un’opera d’arte collettiva destabilizzante. Proprio l’atmosfera e gli eventi del Restaurant Spoerri, annesso alla Eat Art Gallery nel 1970, insieme a quasi 300 opere e documenti, costituiscono il cuore conviviale della mostra, che comprende anche i suoi happening più famosi, come l’Ultima Cena a Milano nel 1970. Ecco le immagini…

Le théâtre des objets de Daniel Spoerri
Dal 16 ottobre 2021 al 27 marzo 2022
MAMAC Musée d’Art Moderne et d’Art Contemporain
https://www.mamac-nice.org/fr

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).