City of God. La mostra di Alessandro Pessoli a Bologna

Alessandro Pessoli torna a Bologna dopo trent’anni con una mostra personale allestita a Palazzo Vizzani, che ripercorre la carriera dell’artista.

Nella meravigliosa cornice settecentesca di Palazzo Vizzani a Bologna si inserisce in modo quasi dirompente l’opera di uno dei più stimati artisti italiani a livello internazionale, Alessandro Pessoli (Cervia, 1963). I maestosi spazi dell’associazione culturale Alchemilla, abitati a fine Settecento dal cardinal Lambertini, sono pervasi dall’energia ‘pop’ dell’artista con una mostra completa, che propone un excursus sui diversi linguaggi artistici utilizzati da Pessoli: pittura, scultura, disegno, opere in terracotta, con alcuni lavori realizzati appositamente per l’occasione.

PESSOLI A PALAZZO VIZZANI

City of God, il cui titolo è un omaggio all’omonimo film di Fernando Meirelles, è stata cucita su misura dall’artista e dal curatore Fulvio Chimento per gli ambienti settecenteschi di Alchemilla coerentemente con il metodo dell’artista stesso, che procede, come ricorda il curatore, “per ‘sovrapposizioni’ di tecniche e forme al tempo stesso antiche e moderne” in quello che si definisce “un rimescolamento continuo di formule che si rinnovano incessantemente”.
Così, anche l’arte antica di Palazzo Vizzani si rigenera in un costante gioco di contrasti che si concretizza tra l’antichità dei luoghi e la modernità delle opere di Pessoli, ma anche all’interno delle opere stesse, dove si incontrano tecniche, elementi e simbologie contrastanti.

Alessandro Pessoli, The border, 2021. Courtesy greengrassi, Londra & ZERO..., Milano
Alessandro Pessoli, The border, 2021. Courtesy greengrassi, Londra & ZERO…, Milano

LA VISIONE DI PESSOLI

Ironia e tragicità, dolcezza e dramma, bene e male. Nella City of God gli opposti coesistono in una perfetta tensione, dando vita a opere molto diverse tra loro, ma che si contraddistinguono tutte per la centralità della figura umana, così come per la presenza di elementi che al contempo la ‘disturbano’ o ‘attaccano’, quelli che l’artista definisce “grumi di realtà”.
Gelati, bocche, organi sessuali, pistole, cuori, riconducibili all’universo dei cartoon e del fumetto e talvolta apparentemente ironici e divertenti, i grumi di realtà sono elementi che l’artista sovrappone, spesso utilizzando la tecnica del collage, alle figure presenti. Quello che può sembrare un gioco, o, citando sempre Chimento, una sorta di ‘rebus’ da interpretare, cela in realtà una metafora intrinseca della vita. Così come il protagonista del film di Meirelles persegue e raggiunge i propri obiettivi nonostante la crudeltà che lo circonda, anche i ‘protagonisti’ di Pessoli resistono alle pressioni esterne, si fanno attraversare da esse, ma mai scalfire, in quella che diventa una vivace ed esuberante rappresentazione di resilienza.

Laura Coppelli

Eventi d'arte in corso a Bologna

Evento correlato
Nome eventoAlessandro Pessoli - City of God
Vernissage07/05/2021 no
Duratadal 07/05/2021 al 10/07/2021
AutoreAlessandro Pessoli
CuratoreFulvio Chimento
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoPALAZZO VIZZANI SANGUINETTI
Indirizzovia Santo Stefano 43 - Bologna - Emilia-Romagna
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Laura Coppelli
Laura Coppelli (Pavullo nel Frignano, 1996) si laurea nel dicembre 2018 in Lingue e culture europee presso l’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, concludendo il suo percorso con una tesi in letteratura angloamericana sulle arti visive con l’obiettivo di unire le proprie conoscenze linguistiche alla passione per l’arte. Nel gennaio 2019 si aggiudica una borsa di studio per il master MaRAC (Management delle Risorse Artistiche e Culturali) dell’Università IULM con sede a Roma, che termina con un’esperienza lavorativa presso la Fondazione Modena Arti Visive, occupandosi principalmente di attività di ufficio stampa. Oggi frequenta il secondo anno di laurea magistrale del corso in lingua inglese EGArt (Economia e Gestione delle Arti e delle attività culturali) presso l’Università Ca' Foscari di Venezia e continua a coltivare l’interesse per l’arte anche a livello lavorativo collaborando alla realizzazione di progetti culturali, mostre ed eventi.