Ghiaccio e fiamme. Ann Veronica Janssens a Napoli

È il giorno zero della Creazione. Tutti gli elementi, e tutti gli stati della materia, ribollono e si rimescolano nel cuore della galleria Alfonso Artiaco, in una Divina Commedia delle sostanze. In attesa del comando divino ‒ o dell’artista ‒ che attribuisca loro un posto.

Provvisorio, e trasmigrante. Un passaggio di stadio percettivo, tattile e alchemico è l’esistere, secondo Ann Veronica Janssens (Folkestone, 1956). Si migra, nei tre colori fondamentali, dall’Inferno e Nigredo di Untitled ‒ puro etere infiammato, tra light art e scultura di vuoti, abissali e tridimensionali quanto ologrammi ‒ al Purgatorio e Albedo (tra)scorrente delle ricerche ottiche in vetro dell’altro Untitled, Atlantic e Blue Glass Roll. Fino alla solidità nobilitata e sublimata in vibrazione aurea dell’ultimo Untitled, Paradiso e Rubedo in cui persino un ombrellone può farsi quel raggio da cui più non si difende. Destrutturati, come il disorientamento post-concettuale di The Skeis conferma, i sensi ritrovano la loro verità annunciata dalle sale-ouverture: il perpetuo movimento post-aeropittura di Randomnly, e continuo mutamento iridescente optical di Gaufrettes. Fuori è già sera: l’incantevole vista dalla galleria incornicia cerulei brusii della città e cieli svaporati riflettenti lampioni. Gli elementi continuano la loro corsa: il Cosmo ha partorito l’Uomo.

‒ Diana Gianquitto

ACQUISTA QUI il catalogo di Ann Veronica Janssen

Evento correlato
Nome eventoAnn Veronica Janssens
Vernissage17/12/2020 CONTEMPORANEAMENTE è un’apertura collettiva di oltre 30 spazi per l’arte contemporanea campani che nei giorni 17-18-19 dicembre aprono le loro porte dalle ore 11 alle ore 19
Duratadal 17/12/2020 al 27/02/2021
AutoreAnn Veronica Janssens
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoGALLERIA ALFONSO ARTIACO
IndirizzoPiazzetta Nilo 7 80134 - Napoli - Campania
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Diana Gianquitto
Sono un critico, curatore e docente d’arte contemporanea, ma prima di tutto sono un “addetto ai lavori” desideroso di trasmettere, a chi dentro questi “lavori” non è, la mia grande passione e gioia per tutto ciò che è creatività contemporanea. Collaboro stabilmente con Artribune dal suo nascere, dopo aver militato fino al 2011 in Exibart. Curo rassegne, incontri, mostre, corsi, workshops e seminari in collaborazione, tra gli altri, con il Pan – Palazzo delle Arti Napoli, il Forum Universale delle Culture 2010, la Facoltà di Sociologia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, l’Accademia di Belle Arti di Napoli, l’Università Parthenope e le gallerie Overfoto e Al Blu Di Prussia. Sono da anni ideatrice, curatrice e docente di corsi e laboratori di avvicinamento all’arte contemporanea in numerosi enti culturali, condotti secondo una metodica sperimentale da me ideata che sintetizzo sotto il label di CCrEAA - Comprensione CReativa e Empatico Ascolto dell'Arte e che mira a promuovere un ascolto empatico dell’arte allo scopo di una sua comprensione, comunicazione, divulgazione e veicolazione più profonda e incisiva. La mia ricerca è orientata in particolare verso le forme espressive legate alle tecnologie digitali, all’immateriale, alla luce e all'evanescenza, a un’evocazione di tipo organico, a una ricognizione olistica del senso antropico ed esistenziale capace di armonizzare indagine estetica, sensoriale, cognitiva, emotiva e relazionale. [ph: Giuliana Calomino (particolare)]