Le radici e i colori di Dominic Chambers a Torino

Luce Gallery, Torino ‒ fino al 12 marzo 2020. Il giovane artista afroamericano Dominic Chambers presenta la mostra “Life is Elsewhere” e riflette sui pregiudizi e le credenze legate al “popolo nero”.

Life is Elsewhere è la traduzione cromatica di una ricerca intensa, che trova il suo principio nell’identità, nella rottura con le associazioni storiche e contemporanee legate alla figura dell’uomo di colore. Dominic Chambers (St. Louis, 1993) attraverso lavori di grande formato, schiude agli occhi dello spettatore una realtà che combina in sé vissuto, racconti, mitologie e storia afroamericana. Crea delle visioni ferme in uno spazio senza tempo, una dimensione figurativa essenziale nel tratto, lontana da estetismi fuorvianti, che concentra tutta la comunicazione nel gesto delle figure rappresentate, nella loro pacata essenza. A spezzare i legami con una cultura eccessivamente ridotta nella coscienza è la restituzione in immagine del concetto di “velo nero” espresso da William Edward Burghardt Du Bois ne Le anime del popolo nero (The Souls of Black Folk, 1903). Du Bois teorizza la questione della coscienza nera: l’uomo di colore dispone di una doppia coscienza, che gli permette il riconoscimento del proprio essere di fronte a se stesso e la visione di quello che appare agli occhi dei bianchi. Chambers sviscera il pensiero del sociologo e presenta al mondo un’offerta pacifica di accettazione e riconoscimento nell’identità di razza e popolo contro una realtà stagnante, che affoga in credenze arcaiche.

Grazia Nuzzi

Evento correlato
Nome eventoDominic Chambers - Life is Elsewhere
Vernissage23/01/2020 ore 18.30
Duratadal 23/01/2020 al 12/03/2020
AutoreDominic Chambers
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoLUCE GALLERY
IndirizzoLargo Montebello 40 - Torino - Piemonte
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Grazia Nuzzi
Nasce a Formia (LT) il 17 novembre 1977, si laurea alla facoltà di Lettere e Filosofia in Conservazione dei Beni Culturali, con indirizzo storico artistico presso la II Università degli Studi di Napoli, nel 2005. Nel 2006 è socio fondatore della cooperativa di servizi culturali “Lilladis” a.r.l, dove ha inizio il suo percorso lavorativo come storico, curatore e critico d’arte. Dal 2008 al 2010 è educatore museale presso il Museo Civico Archeologico “Biagio Greco” di Mondragone (CE). È docente di Letteratura italiana e Storia, critico d’arte e autore (dal 2006 ad oggi), si muove verso il pensiero contemporaneo, nella ricerca e individuazione dei nuovi linguaggi dell’arte, sempre con occhio attento a tutto il panorama artistico storico. Dal 2014 è presidente dell’associazione culturale LIBERALART, con la quale è impegnata nella diffusione di messaggi sociali attraverso progetti didattico-artistici rivolti alle scuole di ogni ordine e grado e ai giovani artisti che intendono portare agli occhi del panorama creativo il loro “disegno” espressivo e comunicativo. Accresce la sua formazione come docente attraverso percorsi di studi specialistici. Attualmente vive a Torino.