Il circo di Alterazioni Video sulla Fondamenta delle Zattere a Venezia. Le immagini

3 giorni di circo e acrobazie di strada, di setting tratti dal mondo dei social media e performance provenienti da tutto il mondo. A Venezia, sulla Fondamenta delle Zattere parte The New Circus Event di Alterazioni Video. Le immagini

Il circo di Alterazioni Video per V-A-C
Il circo di Alterazioni Video per V-A-C
Inaugura la mostra Time Foward! presso la sede veneziana alla Fondamenta delle Zattere della Fondazione di origine russa V-A-C, con un evento speciale, che si “allarga” in strada. A realizzarlo, il collettivo Alterazioni Video, invitato a pensare ad un evento festoso in occasione della Biennale Arte. E il risultato è veramente sorprendente con la creazione di un Circo contemporaneo realizzato coinvolgendo artisti e performer di strada provenienti da tutto il mondo (USA, Giappone, Russia, India, Italia e così via) rintracciati attraverso viaggi e contatti via social.

“In Russia, prima della Rivoluzione, artisti, giocolieri e attori circensi si mescolavano al pubblico delle fiere. Erano nomadi, cosmopoliti, liberi dalle convenzioni sociali e organizzavano eventi partecipativi ed egualitari, aperti all’intera comunità. Senza creare distinzioni tra i performer e i membri del pubblico, offrivano a tutti, ricchi e meno ricchi, sprazzi di uguaglianza, benessere, libertà e divertimento. Gli eventi duravano più giorni, nei quali regnavano incontrastate l’anarchia e un’atmosfera dionisiaca. Feste euforiche caratterizzate da brevi spettacoli ed esibizioni dal vivo riempivano le piazze. I performer nomadi si spostavano in gruppo da un’occasione di festa all’altra, allestendo vere e proprie città autonome e variopinte. Nell’agosto 1919, Lenin firmò il ‘Decreto sulla nazionalizzazione dei teatri e dei circhi’, riunendo i vari circhi sotto la giurisdizione statale”, raccontano gli artisti. Dal baritono alla donna cannone, dai baciatori record del Kissing Booth all’Hooligan ballerino, ecco le immagini del progetto che culminerà il 10 maggio in una grande festa dionisiaca.

Santa Nastro

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.