Una mostra sensata. Bruno Munari a Milano (e New York)

kaufmann repetto, Milano – fino al 31 gennaio 2019. In concomitanza con la mostra allestita a New York da Andrew Kreps, anche nella sua città natale si celebra la genialità di Bruno Munari. A partire dalla quella macchina Xerox che lui usava in maniera ben poco ortodossa.

Sculture da viaggio, negativo positivo, opere cinetiche e altro, oltre a una selezione deliziosa di xerografie poco viste. Bruno Munari (Milano, 1907-1998) mi raccontò che, quando la Xerox aprì vicino al suo studio, lui vi sperimentava le macchine in modo poco ortodosso. Lo guardavano come se fosse matto. Ma alla fine la Xerox gli regalò una fotocopiatrice massiccia, che lui teneva e usava in studio. Kaufmann Repetto abbraccia questo grande artista del Novecento che ha ancora enormi potenzialità di rivalutazione e si coordina con la mostra a New York allestita dalla Andrew Kreps Gallery.

L’universo culturale creativo di Bruno Munari è vasto. Lui era una spugna, assorbiva tendenze e poi le rilanciava a modo suo. Dal secondo Futurismo ai circa sessanta libri che ha scritto, è uno dei padri del design italiano, un maestro riconosciuto dell’insegnare la creatività. Numerose le serie di opere note. Troppa grazia: il mercato vuole una cosa facile. Ma prima o poi esploderà.

– Antonio Mansueto

Evento correlato
Nome eventoBruno Munari - Ognuno vede ciò che sa
Vernissage13/11/2018 ore 18,30
Duratadal 13/11/2018 al 31/01/2019
AutoreBruno Munari
CuratoreAlberto Salvadori
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoKAUFMANN REPETTO
IndirizzoVia Di Porta Tenaglia 7 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Antonio Mansueto
Antoh (Antonio Mansueto, Napoli 1960) è artista, designer e analista finanziario residente a Milano. Scrive prevalentemente su temi di arte contemporanea, economia dell’arte, economia. Espone prevalentemente in Italia e Francia, ma anche in Germania, USA, Romania. I temi di alcune delle mostre: Entropicamente, Energia Emotiva, L’albero di Babele, Universi rotanti, Multiversi, L’Essere è un evento, Emozione temporale, Archetipo/Prototipo, Tempo imperfetto, Percorsi inattesi. Ha frequentato Bruno Munari (1907-1998), ha partecipato al gruppo di artisti dell’Osservatorio Figurale, ha co-fondato il gruppo Art Intensive. Guida il gruppo di studio AIAF Beni Culturali. Come Ass. Villadarcore ha ottenuto l’apertura del laboratorio di restauro dell'Accademia di Brera, nelle scuderie di Villa Borromeo D'Adda ad Arcore. Ha scritto alcune commedie storiche messe in scena da giovani attori del Piccolo Teatro di Milano e da Teatro Aleph. Nel design collabora con A.Quaranta Locatelli, Napoli.

LEAVE A REPLY