La perplessità del demiurgo. Pierluigi Pusole a Torino

Riccardo Costantini Contemporary, Torino ‒ fino al 10 novembre 2018. La pittura di Pierluigi Pusole va in mostra nella galleria torinese, svelando un complesso approccio all’immagine.

L’immagine per Pierluigi Pusole (Torino, 1963) è antinaturale. Si produce dalla memoria, schivando la ricerca del dato sensibile, accontentandosi di una forma semplificata, di uno schema facilmente memorizzabile, conforme a una visione collettiva, a un codice.
La realizzazione e la decifrazione delle immagini occupano una posizione complementare all’interno di un sistema definito; così i dati di un’immagine si trovano codificati e decodificati nel corso di un solo identico processo diretto da un’informazione comune. Termini da esperimento di ingegneria genetica, che sfidano la fisica quotidiana degli oggetti rappresentabili.
Come un demiurgo ribelle alle sue stesse leggi – un oltranzista dello splendore –, Pusole non trova la sua radice né nella risolvibilità né nella frequenza – perché, al contrario, la figurazione “su tela” non è più sembianza ordinaria: è divenuta Pittura. IO SONO DIO, si ripete l’artista da millenni non vissuti. In un periodo di forte cambiamento politico e sociale, ancora si erge una voce ricostituente della prorompente bellezza, dell’estetica acculturata, dei riferimenti pertinenti e della tecnica visibilmente pronta ad accogliere e attenuare le esitazioni del suo tempo. E Pusole non può che assecondare una forma necessariamente attuale: quella di un Dio perplesso.

Federica Maria Giallombardo

Evento correlato
Nome eventoPierluigi Pusole - 2018 Io sono Dio
Vernissage20/09/2018 ore 18
Duratadal 20/09/2018 al 10/11/2018
AutorePierluigi Pusole
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoRICCARDO COSTANTINI CONTEMPORARY
Indirizzovia Giolitti, 51 - Torino - Piemonte
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Federica Maria Giallombardo
Federica Maria Giallombardo nasce nel 1993. Consegue il diploma presso il Liceo Scientifico Tradizionale “A. Avogadro” (2012) e partecipa agli stage presso l’Assessorato alla Cultura della Provincia di Biella (2009-2012). Frequenta la Facoltà di Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Torino, laureandosi nel 2016 con una tesi di ricerca di Filologia Italiana sull’epistolario di Vittorio Alfieri. Partecipa come relatrice alla X edizione della Scuola di Alta Formazione “Cattedra Vittorio Alfieri” nel settembre 2016. Collabora con la Fondazione Centro Studi Alfieriani e con Palazzo Alfieri. È associata alla Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze. Scrive recensioni per la webzine «OUTsiders». In occasione di Artissima 2016, partecipa al progetto “Ekphrasis 21”. Collabora con diversi artisti, tra cui Giuseppe Palmisano, Massimo Brunello e Stefania Fersini, dei quali cura il portfolio e i comunicati stampa.