Fotografia e pittura. Claudia Peill a Roma

Galleria Anna Marra Contemporanea, Roma – fino al 22 aprile 2017. All’ex ghetto ebraico di Roma, la galleria capitolina presenta la mostra personale di Claudia Peill, a cura di Giorgia Calò. Puntando i riflettori sulla recente produzione dell’artista.

Forme decontestualizzate, immagini quasi astratte sono accostate a monocromi pittorici dal sapore analitico, consentendo di giocare sul doppio della visione. Si parte dalla realizzazione dello scatto e, dopo un attento lavoro di post produzione, si procede alla stampa su tela. Realizzata per stratificazioni cromatiche, la tela monocroma offre una pausa visiva, un contrappunto.
L’attenzione di Claudia Peill (Genova, 1963) ricade sull’archeologia del paesaggio urbano. Nella prima sala le foto sono state scattate al Lingotto di Torino, quelle della seconda sono foto ravvicinate di tombini stradali. Inoltre vi sono alcuni affascinanti bozzetti, provini dei lavori più grandi. L’artista propone dunque un dialogo conciliativo tra due linguaggi: fotografia e pittura, in un gioco di completamento reciproco. L’obiettivo è quello di confondere lo sguardo per offrire suggestioni e sollecitare la curiosità, permettendo di vedere la città da un altro punto di vista.

Martina Adami

Evento correlato
Nome eventoClaudia Peill - In ogni dove
Vernissage09/03/2017 ore 18,30
Duratadal 09/03/2017 al 22/04/2017
AutoreClaudia Peill
CuratoreGiorgia Calò
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoGALLERIA ANNA MARRA
Indirizzovia Sant'angelo in Pescheria 32 00186 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Martina Adami
Critica e curatrice, vive e lavora a Roma. Ha collaborato con l’Istituto Nazionale per la Grafica alla digitalizzazione e archiviazione della collezione video, nonché alla realizzazione di diverse mostre. Nel 2011 è stata corrispondente da Londra per: Exibart, Exibart International e Inside Art. Attualmente collabora con diverse riviste di settore e scrive per il blog CasaNoi curando la sezione “Arte e architettura” e “Arredamento e fai da te”.