Riflessi inversi. Maurizio Donzelli a Venezia

Galleria Marignana Arte, Venezia – fino al 14 gennaio 2017. L’artista bresciano innesca un affascinante gioco percettivo fra le mura della galleria lagunare. Intrecciando colori e tecniche e dando una nuova valenza all’idea di “specchio”.

Maurizio Donzelli, Mirror, 46 x 34 x 7,5 cm, Mix media in box, (dettaglio), 2016, photo Enrico Fiorese
Maurizio Donzelli, Mirror, 46 x 34 x 7,5 cm, Mix media in box, (dettaglio), 2016, photo Enrico Fiorese

Le opere di Maurizio Donzelli (Brescia, 1958) catturano lo sguardo e ingaggiano una tenzone visiva con le leggi percettive, avviluppando sensi e mente in un turbinio di colori e materiali, resi fluidi da una pratica artistica consapevole del proprio potenziale. Gli acrilici che ritmano la prima sala della galleria veneziana mischiano sfondo e superficie senza mai confonderli, grazie a una linea dell’orizzonte che non mostra il fianco a una facile deriva astratta. I Mirror, ospiti delle due sale restanti, prendono le mosse dalla medesima dialettica, usando l’acrilico come sfondo e introducendo fra quest’ultimo e l’occhio una membrana lenticolare che stimola una catena di riflessi inversi, dal fuori al dentro. Sono l’azione del guardare e la presenza stessa di chi osserva a riempire lo “specchio”, che non restituisce un’asettica e rigorosa realtà, ma l’interpretazione percettiva di chi si trova di fronte a esso. Il movimento dello sguardo, la variabilità del punto di osservazione riscattano l’opera da uno status di puro dispositivo, facendo scorrere la vita attraverso i piani – ideali e fisici – che la compongono, rendendoli finalmente visibili.

Arianna Testino

Evento correlato
Nome eventoMaurizio Donzelli - Invisibile-No
Vernissage24/09/2016 ore 18
Duratadal 24/09/2016 al 14/01/2017
AutoreMaurizio Donzelli
CuratoreClarissa Tempestini
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoMARIGNANA ARTE
IndirizzoDorsoduro 141, 30123 - Venezia - Veneto
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Arianna Testino
Arianna Testino è nata nel 1983. Ha studiato storia dell’arte medievale-moderna a Bologna e si è specializzata nelle arti contemporanee a Venezia. Appassionata di scrittura e curatela, è interessata all'approfondimento e all'ideazione di attività artistiche a carattere pubblico e sociale.