L’estate italiana di Vanessa Beecroft. Dalla Certosa di Padula a Firenze

Con la performance VB82, in arrivo venerdì 14 luglio alla Certosa di San Lorenzo a Padula, prende il via in Campania il progetto “Il cammino delle Certose”. Annunciati in questi giorni anche due appuntamenti firmati Beecroft al prossimo festival Firenze Suona Contemporanea.

Vanessa Beecroft vb74, 2014 | vb74.016 | Maxxi Museum, Roma, Italy ©vanessa beecroft 2017
Vanessa Beecroft vb74, 2014 | vb74.016 | Maxxi Museum, Roma, Italy ©vanessa beecroft 2017

La Certosa di San Martino a Napoli, la Certosa di San Giacomo a Capri e la Certosa di San Lorenzo a Padula: sono questi i tre complessi di interesse artistico e architettonico coinvolti nel programma culturale “Il cammino delle Certose – I percorsi dell’anima”. Promosso dalla Regione Campania, nell’ambito dei progetti di eccellenza finanziati dal Ministero per i Beni Culturali, sviluppato in collaborazione con il Polo museale della Campania e prodotto da Art+Vibes con la Galleria Lia Rumma, il progetto si articola in mostre, performance e visite guidate, distribuite tra luglio a ottobre. Preludio dell’iniziativa, che affronterà anche temi come la violenza, la lotta contro il male, la redenzione in un dialogo tra linguaggi artistici di diverse epoche, sarà la performance VB82 di Vanessa Beecroft (Genova, 1969). Venerdì 14 luglio, dalle 19 alle 22, tredici performer, selezionati dell’artista, occuperanno la sala del refettorio della Certosa di San Lorenzo a Padula (Salerno). Negli spazi esterni del più grande monastero certosino d’Italia, fondato nel 1306 da Tommaso di San Severino sul sito in cui insisteva un edificio religioso di epoca precedente, 300 interpreti daranno vita a una coreografia alla luce delle torce. Protagonisti di questa “processione”, che si snoderà nel chiostro grande, saranno in larga parte gli abitanti di Padula e del territorio circostante.

UN CASTING PER LA PERFORMANCE IN PROGRAMMA A FIRENZE

Nei giorni scorsi, inoltre, l’artista originaria di Genova ha lanciato un’open call per selezionare il gruppo di donne, under 35 di diverse etnie, che prenderanno parte al progetto in lavorazione che sarà presentato al festival Firenze Suona Contemporanea. La decima edizione della kermesse, con la direzione artistica di Andrea Cavallari è in programma dal 27 settembre al 2 ottobre 2017: per la prima volta Vanessa Beecroft inserirà un elemento musicale all’interno di un suo lavoro. Nell’ambito dell’appuntamento fiorentino, sviluppato quest’anno secondo il tema “Respiro delle statue” e contraddistinto dalle nuove collaborazioni siglate con la Fondazione Palazzo Strozzi, le Gallerie degli Uffizi e il Centro Pecci Prato, Beecroft presenterà due installazioni site-specific. Venerdì 29 settembre, 60 modelle occuperanno il Cortile di Palazzo Strozzi, in una scenografia vivente accompagnata da The Holy Presence of Joan d’Arc, brano scritto nel 1981 del compositore minimalista afro-americano Julius Eastman. Lunedì 2 ottobre, nella Sala della Niobe agli Uffizi, insieme alla designer Cristina Bomba, presenterà inoltre un intervento nel quale “al dramma muto della tragedia greca verrà letteralmente dato respiro, sottile e drammatico, espresso dai corpi composti e coreografati dall’artista, secondo la tradizione dei tableaux vivants.”

LA SELEZIONE

Le candidature dovranno essere inviate via e-mail a [email protected]; i requisiti richiesti sono: “un’altezza minima 172, fisico atletico, capelli tinta naturale, no tatuaggi vistosi. Danzatori, performer e attori sono particolarmente benvenuti; ai non professionisti non sarà comunque richiesta alcuna capacità particolare. Nelle performance sarà mostrata la normale fisicità dei soggetti. Sono preferibili una buona attitudine all’uso del corpo e disponibilità a sessioni performative con abiti di scena, trucco e nudo artistico.” Le selezioni si svolgeranno nel mese di luglio.

-Valentina Silvestrini

Vanessa Beecroft – performance
“Il cammino delle Certose”
14 luglio 2017
Certosa di Padula

Dati correlati
AutoreVanessa Beecroft
Spazio espositivoCERTOSA DI SAN LORENZO - MUSEO ARCHEOLOGICO PROVINCIALE
IndirizzoStrada Comunale San Lorenzo - Padula - Campania
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Silvestrini
Dal 2016 coordina la sezione architettura di Artribune, piattaforma per la quale scrive da giugno 2012, occupandosi anche della scena culturale fiorentina. Ha studiato architettura all’Università La Sapienza di Roma, città in cui ha conseguito l'abilitazione professionale. Ha intrapreso il percorso professionale in parallelo con gli studi, occupandosi di allestimenti museali, fieristici ed eventi presso studi di architettura e all’ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero fino al 2011. Successivamente ha frequentato il "Corso di alta formazione e specializzazione in museografia" della Scuola Normale Superiore di Pisa e ha curato gli eventi e la comunicazione della FUA - Fondazione Umbra per l’Architettura, a Perugia. I suoi articoli sono stati pubblicati anche su Abitare, abitare.it, domusweb.it, Living, Klat, Icon Design, Grazia Casa, Cosebelle Magazine e Sky Arte. Oltre all'architettura, ama i viaggi e ha una predilezione per l'Asia e il Medio Oriente.

3 COMMENTS

  1. under 35 giusto per confermare che cosa conta alla fine è un poco di gioventù da ammirare tanto meglio se donne … sai l’occhio vuole la sua parte se no che arte è! :)

    • Sono anni che l’opera di VB è solo voyeuristica il resto si è perso tanti anni fà

  2. […] Come preannunciato, la decima edizione della kermesse avrà come protagonista Vanessa Beecroft. L’artista originaria di Genova sarà l’ospite d’onore di Firenze Suona Contemporanea, in programma dal 27 settembre al 2 ottobre, tra Palazzo Strozzi, Galleria degli Uffizi, la vicina Settignano e il Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato. Dopo la proiezione del film VB South Sudan, sviluppato a partire da un viaggio in Africa, il Cortile di Palazzo Strozzi accoglierà una scenografia vivente targata Beecroft, alla quale prenderanno parte oltre 30 modelle (venerdì 29 settembre, alle ore 21). La Sala della Niobe, agli Uffizi, ospiterà un ulteriore intervento, frutto della collaborazione tra Beecroft e la designer Cristina Bomba (lunedì 2 ottobre, alle 18). Diretto da Andrea Cavallari e sviluppato a partire dal “tema guida” Il Respiro delle statue, il festival proseguirà il proprio itinerario coniugando musica e arte con prime assolute, progetti speciali e ospiti di rilievo, tra cui Umberto Galimberti. […]

Comments are closed.