I film della settimana: Quentin Tarantino, I migliori anni della nostra vita, Burning

Il nono film di Quentin Tarantino, terzo capitolo dedicato ai personaggi feticcio di Lelouch e dalla Corea del Sud un film che brucia di passione e mistero

Tarantino e Lelouch sono i protagonisti assoluti della settimana. Al cinema arrivano i loro ultimi film che sul finire dell’estate e l’ingresso dell’autunno hanno il perfetto sapore della nostalgia del tempo che è passato, volato e irraggiungibile, forse. In sala, e ben distribuita in tutta Italia, c’è anche la presenza incombente dell’imprenditrice digitale Chiara Ferragni con il documentario-evento (Chiara Ferragni Unposted dal 17 al 19 settembre) che racconta il suo successo professionale sotto la regia di Elisa Amoruso. Chissà quanti sostenitori e detrattori avrà. La stampa italiana non ha accolto benissimo il film presentato alla 76. Mostra del Cinema di Venezia. Su tutti il grande Paolo Mereghetti ha titolato così il suo articolo sulle colonne de Il Corriere della Sera: “sembra un film di propaganda nordcoreano, voto inclassificabile”. Ma torniamo ai film, quelli imperdibili della settimana. C’era una volta a Hollywood, I migliori anni della nostra vita e Burning – l’amore brucia meritano la nostra attenzione. Il primo è un omaggio cinematografico di un grande cinefilo che vive di cinema, di genere e di visioni. Il secondo è il chiudersi di un cerchio romanticamente riflessivo sulla vita. Il terzo è una scoperta orientale ben costruita, valsa al regista otto di lontananza dalla macchina da presa: un risultato ineccepibile!

Margherita Bordino

1. C’ERA UNA VOLTA A HOLLYWOOD

Brad Pitt and Leonardo DiCaprio star in Columbia Pictures “Once Upon a Time in Hollywood”

Ambientato nella Los Angeles del 1969 in cui tutto sta cambiando, il nono film di Quentin Tarantino è già un cult. Presentato al Festival di Cannes 2019 ha intrapreso un tour mondiale come non se ne facevano da un po’. È la storia dell’attore televisivo Rick Dalton, interpretato da Leonardo DiCaprio, e della sua storica controfigura Cliff Booth, ovvero Brad Pitt, che cercano di farsi strada in una Hollywood che ormai non riconoscono più. Per Tarantino ancora una volta c’è un cast stellare come Margot Robbie, Dakota Fanning, Al Pacino, Kurt Russell, Tim Rothed Emile Hirsch. C’era una volta a Hollywood è un film dalle più e diverse linee narrative in un tributo nostalgico e di grande ammirazione nei confronti dell’età d’oro di Hollywood, e forse del cinema tutto. Per gli appassionati di Tarantino potrebbe essere un film inaspettato, più romantico e meno irruento. Non bisogna farsi prendere dallo spavento, da genio cinematografico quale è sa dare al momento giusto il necessario colpo di scena. In sala con Warner Bros. Entertainment Italia in 800 copie.

2. I MIGLIORI ANNI DELLA NOSTRA VITA

I migliori anni della nostra vita

Un uomo e una donna. Ancora loro, sempre meravigliosi così vicini alla realtà e alle nostre relazioni. Lelouch dirige il terzo capitolo dedicato ai personaggi di Anne e Jean-Louis, i protagonisti del film di grande successo Un uomo, una donna. I migliori anni della nostra vita arriva in Italia con Europictures. Un film che ha una idea cinematografica di grande narrazione. Una storia che ha accompagnato generazioni e generazioni in un percorso di vita familiare insieme agli attori Jean-Louis Trintignant e Anouk Aimée. In I migliori anni della nostra vita l’uomo, ormai ex pilota di corsa, riporta alla memoria sentieri sbiaditi fatti di vecchi ricordi, che non sembrano poi così lontani e che spera di poter rivivere. Ha un rimorso che conserva nel cuore, quello di non essere riuscito a tenersi accanto la donna che amava in gioventù. Per aiutarlo, suo figlio cerca di rintracciarla ed è così che Anne e Jean-Louis potranno rivedersi, speranzosi di riprendere la loro storia d’amore proprio lì dove l’avevano interrotta.

3. BURNING – L’AMORE BRUCIA

Burning – l’amore brucia

Jongsu, un giovane fattorino con aspirazioni letterarie, incontra Haemi facendo una consegna. I due iniziano a frequentarsi e la ragazza, prima di affrontare un viaggio in Africa, gli chiede di occuparsi del suo gatto. Jongsu accetta, ma quando Haemi ritorna non è più da sola: ha conosciuto Ben, tanto ricco quanto misterioso, e ora sta per conoscerlo anche lui. Niente sarà più come prima. In sala con Tucker Film, Burning – L’amore brucia è il ritorno dietro la macchina da presa del regista sudcoreano Lee Chang-dong che dopo il bellissimo Poetry presenta un film ispirato al racconto Granai incendiati di Murakami. Presentato al Festival di Cannes 2018, è un film ad alta tensione. Un film drammatico e tenebroso che ruota attorno a un triangolo amoroso. Un modo per indagare il presente e la modernità forse troppo grandi per l’essere umano che delle volte è così piccolo e impotente.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Margherita Bordino
Classe 1989. Calabrese trapiantata a Roma, prima per il giornalismo d’inchiesta e poi per la settima arte. Vive per scrivere e scrive per vivere, se possibile di cinema o politica. Con la valigia in mano tutto l’anno, quasi sempre in giro per il Belpaese tra festival e rassegne cinematografiche o letterarie. Laureata in Letteratura, musica e spettacolo, e Produzione culturale, giornalismo e multimedialità. È giornalista pubblicista e lavora come freelance. Collabora tra gli altri con Cinematographe.it, la Rivista 8 1/2, fa parte della redazione del programma tv Splendor e coordina Cinecittà Luce Video Magazine.