Un campus dedicato alle arti e alla musica: l’iniziativa lanciata da Alicia Keys e suo marito

Aprirà a Macedon, un piccolo comune nello Stato di New York. La struttura, che sorge in un ex complesso industriale, sarà divisa tra spazi per gli studenti e una collezione aperta al pubblico.

Alicia_Keys con il marito Swizz Beatz ai NRJ Music Awards, 2013 via wikipedia
Alicia_Keys con il marito Swizz Beatz ai NRJ Music Awards, 2013 via wikipedia

Costruire una “comunità creativa globale” è l’obiettivo di Kasseem Dean (New York, 13 settembre 1978), in arte Swizz Beatz, produttore musicale e collezionista, e di sua moglie, la cantautrice di fama internazionale Alicia Keys. La coppia, celebre nel mondo della musica ma attiva anche nel campo dell’arte contemporanea, ha annunciato l’avvio dei lavori per la realizzazione di un nuovo centro artistico a New York che avrà il nome di Dean Collection Music & Art Campus. Si tratterà quindi di un vero e proprio campus per studenti, dedicato alle arti dello spettacolo: al suo interno, ospiterà aule, uffici, dormitori e spazi espositivi. I corsi, invece, riguarderanno la musica e le arti visive, trattati con un’ampia attenzione all’aspetto commerciale.

DEAN COLLECTION MUSIC & ART CAMPUS: DOVE SORGERÀ

È stato già firmato il contratto per l’acquisto del terreno su cui sorge un ex complesso industriale, futura sede del campus. Situato sulla Route 31, lo stabile si trova in un comune di neanche 9000 abitanti di nome Macedon, nello Stato di New York: un dettaglio che ha sollevato alcune perplessità da parte di chi si sarebbe aspettato di trovare un simile luogo in un posto meno “desolato”. Ma la struttura, di circa 1800 metri quadrati, pare essere la soluzione che risponde meglio alle esigenze degli acquirenti. L’accordo dovrebbe concludersi nelle prossime due settimane. “Siamo molto entusiasti del nostro campus a Macedon“, ha dichiarato Swizz Beatz a artnet News, “siamo nelle prime fasi della pianificazione, quindi non siamo in grado di condividere i dettagli. Ma la nostra intenzione è quella di continuare a perseguire la realizzazione di un luogo destinato a una comunità creativa globale“. Da quello che si sa, gli spazi della struttura, composta da tre edifici, saranno impiegati per servizi agli studenti e per ospitare la collezione dei fondatori, aperta al pubblico.

LA DEAN COLLECTION

Ma chi c’è nella collezione di Swizz Beatz e Alicia Keys? Artisti come Kehinde Wiley, Nina Chanel Abney, Arthur Jafa, KAWS e Deana Lawson: alcuni lavori sono già stati esposti al pubblico attraverso alcune mostre, come DREAMWEAVERS, all’UTA Artist Space di Los Angeles e una retrospettiva su Gordon Parks alla Ethelbert Cooper Gallery. La coppia è anche fondatrice di No Commission, la fiera d’arte gratuita nata a Miami nel 2016 che permette agli artisti di percepire il ​​100 percento delle vendite senza riconoscere commissioni a nessuno.

-Giulia Ronchi

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.