A Torino il primo festival di cinema a tematica musicale. Musica e immagini per Seeyousound: tra videoclip esclusivi dei Prodigy e un’anteprima italiana con Al Pacino

Torna a Torino Seeyousound International Music Film Festival, il primo festival italiano (e uno dei pochissimi in Europa) di cinema a tematica musicale. Un programma interessantissimo per un festival che è solo alla seconda edizione, ma si sta rivelando come una novità interessante nel panorama dei festival cinematografici in Italia. Nato da una idea dell’associazione […]

Miriam Makeba

Torna a Torino Seeyousound International Music Film Festival, il primo festival italiano (e uno dei pochissimi in Europa) di cinema a tematica musicale. Un programma interessantissimo per un festival che è solo alla seconda edizione, ma si sta rivelando come una novità interessante nel panorama dei festival cinematografici in Italia. Nato da una idea dell’associazione Choobamba nel 2015, è realizzato grazie al lavoro di uno staff esclusivamente volontario e all’appoggio logistico di Museo Nazionale del Cinema e Film Commission Torino Piemonte. Il festival si svolgerà, infatti, al Cinema Massimo dal 25 al 28 febbraio, con un ricco programma di lungometraggi, corti, documentari, reportage e videoclip legati da un unico e comune spirito, quello incarnato dalle parole del musicista nigeriano Fela Kuti – inventore del genere musicale dell’afrobeat e considerato fra i più influenti artisti africani del XX secolo – che danno il sottotitolo a questa rassegna: Music is the weapon.

QUARANT’ANNI DI RITARDO PER UNA LETTERA DI JOHN LENNON
Si va dal documentario sulla figura combattente di Miriam Makeba, la Mama Africa che ha saputo battersi come poche altre per i diritti civili, conciliando l’impegno con il suo status di diva, a quello che documenta la storia dei fratelli Cruz, picchiati e arrestati perché ascoltavano rap underground cubano che, con testi pressanti, denuncia il disastroso stato economico e politico del paese. Accanto ai titoli proposti da Music is the weapon anche nella seconda edizione del festival saranno protagonisti i film in concorso nelle tre categorie: lungometraggi (Longplay), cortometraggi (7inch), e una novità assoluta: i videoclip (Soundies), dove se ne potranno vedere degli esemplari davvero unici, dai Royksopp ai Mumford&Sons passando per i Prodigy. L’inaugurazione, giovedì 25 febbraio nella sala 1 del Cinema Massimo, è affidata al film B-Movie: Lust & Sound di Berlino Ovest 1979-1989 che arriva in esclusiva a Seeyousound qualche settimana prima dell’esordio nelle sale italiane, dopo i successi raccolti in tutta Europa: nella Berlino raccontata da Mark Reeder la storia musicale di una città costantemente attuale influenza ancora oggi generazioni di nuovi ribelli. La seconda grande anteprima italiana di Seeyousound – Danny Collins diretto da Dan Fogelman – vede protagonista uno degli attori più carismatici della storia del cinema contemporaneo, Al Pacino nel ruolo di un anziano rocker che, dopo aver ricevuto con quarant’anni di ritardo una lettera di John Lennon, decide di ripensare alla sua vita.

Claudia Giraud

www.seeyousound.org

CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).