Lo Strillone: l’estetica ai tempi di Berlusconi secondo Luca Beatrice su Il Giornale. E poi la beffa della Barcaccia, centri storici in Sicilia, Museo del mare

Esiste un’estetica berlusconiana? Ne è convinto Luca Beatrice, che a questo dedica il libro Nati sotto il Biscione, sottotitolo: L’arte ai tempi di Silvio Berlusconi, in libreria da giovedì per Rizzoli. E Il Giornale ne approfitta per anticipare il Prologo dell’opera del suo collaboratore: “fra politica, sociologia e arte, il libro dimostra come il Cavaliere […]

Quotidiani
Quotidiani

Esiste un’estetica berlusconiana? Ne è convinto Luca Beatrice, che a questo dedica il libro Nati sotto il Biscione, sottotitolo: L’arte ai tempi di Silvio Berlusconi, in libreria da giovedì per Rizzoli. E Il Giornale ne approfitta per anticipare il Prologo dell’opera del suo collaboratore: “fra politica, sociologia e arte, il libro dimostra come il Cavaliere sia diventato oggetto di rappresentazione e riflessione nell’arte contemporanea, in particolare nell’opera di arti-star internazionali come Maurizio Cattelan, Vanessa Beecroft e Francesco Vezzoli”. La beffa dei barbari dall’Olanda: no ai risarcimenti. Il Messaggero aggiorna sugli sviluppi dell’assalto dei tifosi olandesi del Feyenoord alla Barcaccia di Piazza di Spagna: “Il Senato olandese, con una mozione, aveva invitato il governo a dare un contributo per il restauro della fontana. Quel voto però non è considerato ‘vincolante’ dal governo, che ha deciso di non versare un centesimo al Comune di Roma”.

No alla legge che fa scempio dei centri storici“. Sicilia in subbuglio: oggi l’assemblea regionale la legge già ribattezzata “rottama centri storici”. “Se l’approverà così com’è, permetterà di abbattere e ricostruire nel cuore delle città, da Ibla a Ragusa, da Ortigia a Siracusa, da Catania a Palermo”, scrive La Repubblica. “I deputati regionali che l’hanno sponsorizzata – dal Pd al Nuovo centrodestra – la definiscono una ‘rivoluzione che sburocratizza gli interventi nei centri storici finora ancorati a farraginosi piani particolareggiati’”. Genova fa scuola, anche in Oman: Italia Oggi racconta di come il Sultanato voglia realizzare un Museo del Mare simile al Galata del capoluogo ligure.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.