Immagini dall’inaugurazione del nuovo studio milanese di CLS Architetti. Scenario una chiesa sconsacrata del ‘500, clou il concerto privato di Lykke Li

È uno degli studi di architettura italiani di maggiore respiro internazionale, con sede a New York: tra i clienti annovera da Lia Rumma a Jil Sander, da Viktor&Rolf a Missoni. Nei giorni scorsi CLS architetti ha inaugurato il nuovo studio milanese: e l’occasione si è trasformata in un grande evento, titolo The Concert Dinner, che […]

È uno degli studi di architettura italiani di maggiore respiro internazionale, con sede a New York: tra i clienti annovera da Lia Rumma a Jil Sander, da Viktor&Rolf a Missoni. Nei giorni scorsi CLS architetti ha inaugurato il nuovo studio milanese: e l’occasione si è trasformata in un grande evento, titolo The Concert Dinner, che ha visto la partecipazione di quasi 200 ospiti invitati alla cena placèe e l’esibizione di Lykke Li, cantante svedese attualmente impegnata in un tour mondiale. Lo studio ha trasferito la propria sede nella Chiesa di San Paolo Converso (Corso Italia) al cui interno è stata progettata e realizzata una scenografica e imponente struttura in ferro che si innalza per quattro piani per ospitare tutti i collaboratori dello studio.
Musica indie all’interno, dunque, candele sul sagrato, giochi di luci puntate sull’altare principale, in uno scenario d’eccezione con scenografie di dipinti del Cinquecento. Proprio ai piedi della struttura è stato allestito il lungo tavolo dove è stata servita la cena agli elegantissimi ospiti del mondo imprenditoriale, della moda, del design e dello spettacolo. Al di sopra, l’alto volume in metallo e vetro dominava la parte della chiesa che sino all’invasione napoleonica nel 1806 era riservata alle suore di clausura. Qualche anno fa lo spazio era affittato dalla Curia agli studi musicali di Mina. Ora la sezione frontale sarà invece aperta alle esposizioni di giovani architetti milanesi; successivamente, il desiderio di CLS architetti è quello di promuovere attività legate alle discipline creative invitando ospiti internazionali che realizzeranno mostre, performance, installazioni aperte al pubblico. Noi c’eravamo, alla serata, ecco una galleria fotografica…

Ginevra Bria

www.clsarchitetti.com

 

 

CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. E’ specializzata in arte contemporanea latinoamericana. In qualità di giornalista, in Italia, lavora come redattore di Artribune e Alfabeta2. Vive e lavora a Milano.