Lo Strillone: il cemento assedia Pompei? I dubbi de L’Unità sui progetti di valorizzazione dell’area archeologica. E poi Ai Weiwei ad Alcatraz, scoperta in Iran la torre di Ciro il Grande, addio al pittore psichedelico Martin Sharp…

Un milione di metri cubi di cemento, 400milioni di investimenti con sinergia tra pubblico e privato. E una possibile lotta senza quartiere per accaparrarsi appalti e concessioni: L’Unità scava nelle pieghe del progetto, per ora tutto sulla carta, di valorizzazione dell’area attorno Pompei. Mettendo in luce contraddizioni e rischi, non solo economici. In tema di […]

Quotidiani
Quotidiani

Un milione di metri cubi di cemento, 400milioni di investimenti con sinergia tra pubblico e privato. E una possibile lotta senza quartiere per accaparrarsi appalti e concessioni: L’Unità scava nelle pieghe del progetto, per ora tutto sulla carta, di valorizzazione dell’area attorno Pompei. Mettendo in luce contraddizioni e rischi, non solo economici. In tema di archeologie anche Avvenire: missione italiana scopre, nella piana di Persepoli, la torre di Ciro il Grande.

Coccodrillo psichedelico su Il Giornale, che dice addio a Martin Sharp: autore di locandine e cover per gli album di Cream, Bob Dylan e Jimi Hendrix.

Mostre: La Stampa riporta che Ai Weiwei espone nell’ex prigione di Alcatraz, su Libero la recensione della mostra di Fausto Pirandello ad Agrigento. Prorogata Digital Life al MACRO e su Il Fatto Quotidiano, a Roma anche Corriere della Sera per le opere di Antoniazzo.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.