Teoria e prassi della nuova sede de La Stampa

La carta stampata guarda al futuro e sceglie la rivoluzione digitale. Ecco la Stampa e la nuova sede a Torino, con un museo dedicato alla storia del quotidiano.

Progetto CMR - La Stampa - Torino

Via Ernesto Lugaro a Torino, una piccola via che ospita quasi esclusivamente condomini e unità residenziali, tra via Nizza e i binari della ferrovia che conducono alla Stazione Porta Nuova. Lontana però dal traffico cittadino del vivace quartiere San Salvario: qui ha trovato spazio la nuova sede del quotidiano La Stampa, inaugurata il 29 ottobre.
35mila mq di grande trasparenza nella scelta di privilegiare ampi spazi vetrati e nelle forme, per una condivisione totale di idee e informazioni. L’Enterprise – così soprannominata perché ricorda le forme della famosa astronave adeguandosi alle esigenze dell’informazione digitale – unisce redazione cartacea e online, per concentrarsi su contenuti innovativi: numerosi infatti pannelli e monitor interattivi che popolano spazi redazionali, corridoi e aree comuni.
La nuova sede si compone di due redazioni principali (nord e sud) e di uno spazio centrale, con postazioni concentrate in un raggio di pochi metri, facilitando il movimento delle informazioni che dal nucleo centrale si propagano a raggiera. Autore è Progetto CMR, con sede a Milano e basi in Europa e Asia. Di loro avevamo parlato nell’articolo che li citava quale unica realtà italiana nel panorama internazionale degli studi di progettazione nella classifica 2012 World Architecture Top 100.

Progetto CMR – La Stampa – Torino

A proposito di riconoscimenti internazionali, il 1° novembre Progetto CMR ha ricevuto il Golden Award al 12th Chinese Habitat Classic Architectural Planning & Design Program Award Contest; promosso dal China Accademy of Architects, da 11 anni premia i migliori progetti in settori chiave quali progettazione, architettura, ambiente e tecnologia. Ad aggiudicarsi l’ambito premio il Sustainable Urbanization Park Project, masterplan che verrà realizzato a Shenyang – con il sostegno congiunto del governo cinese e dell’Unione Europea – e si svilupperà su un’area complessiva di oltre 600mila mq.

Progetto CMR – La Stampa – Torino

Il 30 ottobre ha invece aperto i battenti il museo Spazio La Stampa, dedicato alla storia del quotidiano nato nel 1867 con il nome di La Gazzetta Piemontese. Su una parete, grandi schermi touchscreen mostrano le prime pagine storiche divise per macro argomenti, con aree dedicate ai direttori e alle grandi firme del giornale, allo sviluppo delle tecnologie di trasmissione delle notizie e all’evoluzione del processo di stampa. Spazio anche alle edizioni online, smart app e social network, per raccontare uomini, notizie, idee e tecnologie: perché, come sostiene Mario Calabresi, direttore della testata torinese, “questa è la casa del giornalismo di oggi, ma è anche già la casa del giornalismo di domani, dove l’integrazione è un processo naturale”.

Elisabetta Biestro

www.lastampa.it

CONDIVIDI
Elisabetta Biestro
Laureata in Architettura per il restauro e la valorizzazione dei beni architettonici e ambientali, dal 2009 scrive per il mensile "Il Giornale dell'Architettura". Ha collaborato tra gli altri con Green Building Council Italia (GBC Italia), associazione no profit che promuove il protocollo per edilizia sostenibile certificata LEED®. Si è specializzata in corsi post-laurea legati alla gestione e controllo di progetti complessi, e nella divulgazione di tematiche quali conservazione del patrimonio architettonico e ambientale, interventi nei Paesi in via di sviluppo a basso costo e sostenibili. Attualmente cura le attività dell'ufficio comunicazione di una multiutility con sede in Piemonte, che sviluppa progetti legati alle energie rinnovabili e all’ambiente.
  • nicola pirulli

    Mi pare che l’articolo sia più sullo studio che ha progettato la nuova sede, che sulla sede vera e propria. Premi, riconoscimenti, progetti futuri… Mi sarebbe piaciuto sapere un po’ di più di ciò che prometteva il titolo