Festival del Film di Tokio. Sushi-blockbuster e contaminazioni

Stanno per spegnere la giostra del Festival di Roma, mentre a Oriente alzeranno domani il sipario sul 27esimo Tokio Film Festival. Appuntamento d’intrattenimento tra i più importanti d’Asia, occupa l’agenda internazionale dal 23 al 31 ottobre.

Parasyte © KISEIJYU SEISAKU IINKAI ALL Rights Reserved

Il Tokio Film Festival edizione 2014 comincia il 23 ottobre con un film d’apertura firmato Disney. Big Hero 6 inaugurerà, infatti, la kermesse del Sol Levante. Ultimo film di animazione della casa hollywoodiana, ambientato a San Fransokyo, immaginario futuristico mash-up delle due città di San Francisco e Tokio, è la storia del quattordicenne Hiro, prodigio della robotica, che, in seguito alla morte del fratello, si rivolge al robot Baymax per tentare di riportarlo in vita.
Soggetto futuristico anche per il film di chiusura Parasyte, blockbuster con gli occhi a mandorla, diretto dal grande regista giapponese Takashi Yamazaki (Always – Sunset on 3rd Street e The Eternal Zero). Adattamento del fumetto nipponico di Hitoshi Iwaaki, è stato pubblicato sulla rivista Gekkan Afternoon dal1990 al 1995 e ha venduto 11 milioni di copie. Parasyte indaga le modalità di sopravvivenza della specie umana nel futuro.

Parasyte © KISEIJYU SEISAKU IINKAI ALL Rights Reserved
Parasyte © KISEIJYU SEISAKU IINKAI ALL Rights Reserved

Il Tiff (acronimo comune al più famoso festival di Toronto) è di scena a Roppongi Hills, nei cinema TOHO di Nihonbashi e in altri luoghi sparsi per la capitale. Come ogni festival che si rispetti, è affiancato da un mercato, ilTIFFCOM (Japan Content Showcase 2014), che si terrà dal 21 al 23 ottobre presso il Grand Pacific Le Daiba nella zona di Tokyo Bay. La giuria quest’anno sarà presieduta da James Gunn, regista acclamato de I guardiani della galassia, accompagnato da John H. Lee (regista), Robert Luketic (regista), Eric Khoo (regista), Debbie McWilliams (casting director) e Hiroshi Shinagawa (regista e comico).

La foresta di ghiaccio
La foresta di ghiaccio

Quindici i film del concorso principale, che comprendono anche La foresta di ghiaccio di Claudio Noce, nella sezione Cinema d’oggi anche a Roma. In World Focus altri due italiani saranno Hungry Hearts (in concorso a Venezia 71) di Saverio Costanzo e Incompresa (a Cannes 2014) di Asia Argento. Quest’anno è stato istituito un nuovo premio, il Samurai Award, per premiare per registi che si sono distinti per creatività e personalità nella storia del cinema contemporaneo. Takeshi Kitano e Tim Burton sono i primi destinatari del premio. Prevista una chat tra Takeshi beat Kitano e pubblico del festival il 25 ottobre, meglio prenotarsi sin da ora.
Evento speciale al Kabukiza Theatre con Ichikawa Somegoro VII, attore noto per le sue interpretazioni di testi tradizionali, che metterà in scena una performance di Shakkyo, danza classica e popolare Kabuki, nel ruolo di un animale leone. Occasione speciale per gli ospiti internazionali di assistere a uno spettacolo che sta diventando sempre più raro. Prevista inoltre una rilettura in chiave kabuki di Luci della città di Chaplin, sempre al Kabukiza Theatre.

Kateshi Kitano
Kateshi Kitano

Tokio non ha trascurato neanche l’aspetto culinario, come vuole la tendenza mondiale degli ultimi anni, con lo spazio Tokyo Cinema Cucina (24-31 ottobre). Cinque tra gli chef d’eccellenza del Giappone offriranno sofisticatissime versioni di piatti di alta cucina locale, per la gioia di tutti i sushi addicted.

Federica Polidoro

Tokyo // dal 23 al 31 ottobre 2014
TIFF Tokyo International Film Festival
www.tiff-jp.net

 

CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.