Fantastico quotidiano. Jesse Jacobs a Carrara

Teké Gallery, Carrara – fino al 28 luglio 2018. L’universo immaginifico e potente del fumettista canadese Jesse Jacobs nella prima grande mostra personale in una galleria d’arte.

Jesse Jacobs (Moncton, 1981) è un artista che rielabora gli stimoli estetici della sua generazione, con uno sguardo colto e ironico che svela il fantastico nel quotidiano. Il suo immaginario surrealista fortemente eclettico arriva a richiamare idee e soluzioni care al Buzzati di Romanzo a fumetti o le stramberie vicine al Codex Seraphinianum, fino a giungere a istanze provenienti dalla optical art di Victor Vasarely.
La mostra allestita alla Teké Gallery unisce i disegni su carta, i manifesti, le tavole delle storie a fumetti e le maschere arcobaleno che traducono in “tavole a rilievo” i volti-maschera degli esseri spirituali del fumetto Crawl Space. L’allestimento costruisce inoltre fisicamente nello spazio della galleria alcune delle figure presenti nel fumetto in cui l’oblò di una lavatrice diventa stargate per un mondo parallelo dal sapore psichedelico.
Quello di Jacobs è un lavoro potente caratterizzato da una vena satirica e al tempo stesso utopistica che riflette sulla nostra società, sui suoi limiti e sulle sue ipotetiche variazioni o derivazioni, in uno stile originale e inconfondibile. Un’esperienza profonda e transmediale in cui il disegno guida la trama del racconto.

Alessandra Frosini

Evento correlato
Nome eventoJesse Jacobs - Far-Fetched
Vernissage02/06/2018 ore 18
Duratadal 02/06/2018 al 28/07/2018
AutoreJesse Jacobs
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoTABULARASA TEKE' GALLERY
IndirizzoVia Santa Maria, 13d 54033 - Carrara - Toscana
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alessandra Frosini
Storica dell'Arte, lavora come critico e curatrice di mostre d’arte contemporanea e scrive su riviste di settore. Fra le ultime mostre realizzate, “Salvator Rosa e la tradizione incisoria contemporanea” alla Galleria Il Bisonte di Firenze e “Nicolò Quirico. Photo Paris” alla Must Gallery di Lugano. I suoi interessi di ricerca spaziano dall'arte medievale al contemporaneo.