Fondazione Giangiacomo Feltrinelli. Un time lapse del cantiere, aspettando la nuova sede

Procedono i lavori nella nuova sede della Fondazione milanese intitolata a Giangiacomo Feltrinelli. Un time lapse restituisce le immagini del cantiere e le fasi dei lavori

Print pagePDF pageEmail page

Centoventi secondi, per raccontare il primo anno di lavori nel cantiere della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli. Sarà presto inaugurata, infatti, la nuova casa dell’importante istituzione culturale milanese, ubicata in Via Pasubio, nell’area di Porta Volta. A progettarla nientemeno che il celeberrimo studio Herzog & De Meuron, tra i più prestigiosi al mondo, già vincitore di un premio Pritzker per l’architettura.
Lavori iniziati il 6 novembre 2014, con 2.700 metri quadrati – distribuiti su cinque piani – da adeguare all’immagine, le esigenze e la mission della fondazione. La sfida è quella di diventare un grande laboratorio di programmi e di politiche culturali, sempre più incisivo e attivo sul piano internazionale: un centro di aggregazione culturale della comunità meneghina, attento alle collaborazioni con le associazioni e le istituzioni culturali del territorio, ma che sappia guardare anche oltreconfine.

Giangiacomo Feltrinelli

Giangiacomo Feltrinelli

Un time lapse unisce oggi i frammenti del lungo processo di progettazione e realizzazione, partendo dai disegni, le maquette e il sito vergine, per arrivare ai cantieri popolati da gru, ponteggi e monumentali strutture in via di assemblaggio. Nell’attesa che si tagli il nastro del nuovo scrigno, intitolato al grande intellettuale, editore e partigiano, scomparso nel 1972.

Helga Marsala

www.fondazionefeltrinelli.it

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community