Fra Italia e Cina è un flow. In mostra a Vicenza

Basilica Palladiana, Vicenza – fino al 1° novembre 2015. Prima tappa di una mostra che nel 2016 arriverà a Beijing. Intanto fa tappa a Vicenza, e mette in dialogo Italia e Cina lasciando perdere la mediazione della lingua inglese. E ci sono gli artisti (in video) accanto a ogni opera.

Print pagePDF pageEmail page

Flow_1 – Basilica Palladiana, Vicenza 2015 – photo courtesy Andrea Garzotto

Flow_1 – Basilica Palladiana, Vicenza 2015 – photo courtesy Andrea Garzotto

DIALOGHI ITALIA-CINA
Quali forme ha assunto, oggi, il fluire dell’arte? Che modelli ha incorporato, tra Cina e Italia, tra mondo asiatico e mondo occidentale?“. Queste parole di Marcello Ghilardi, contenute nel catalogo di Flow. Arte contemporanea italiana e cinese in dialogo, ben definiscono l’intento della mostra. Un progetto espositivo nato a seguito dell’incontro tra i due curatori, l’italiana Maria Yvonne Pugliese e il cinese Peng Feng, vicepresidente del Dipartimento di Estetica e Ricerche Pedagogiche all’Università di Pechino.Dopo la prima esperienza di collaborazione alla Biennale dello Xinjiang del 2014 – diretta da Peng, che invitò Pugliese a curarne la sezione italiana – la decisione di dar vita a un progetto continuativo, una piattaforma di ricerca, dove gli artisti e le poetiche di due sfere geograficamente così lontane potessero incontrarsi, dialogare e confrontarsi reciprocamente su tematiche trasversali e universali, supportate da un costante contributo filosofico.

Flow_1 – Basilica Palladiana, Vicenza 2015 – photo courtesy Andrea Garzotto

Flow_1 – Basilica Palladiana, Vicenza 2015 – photo courtesy Andrea Garzotto

E L’ARTISTA SPIEGA L’OPERA IN VIDEO
Vicenza è dunque il primo step (Flow_1) di un progetto ampio e complesso, strutturato consapevolmente, che sceglie di abbandonare (se non in alcune sintesi nel catalogo, e nel titolo) la lingua inglese, che non appartiene a nessuna delle due culture coinvolte. Tenta un approccio biunivoco, non snaturando i concetti con una traduzione che è sempre figlia di un compromesso linguistico, ma scegliendo di produrre tutto il materiale testuale e video nelle due lingue madri.
I 24 artisti coinvolti in FLOW hanno espresso, nelle loro opere, la summa della propria ricerca poetica, aderendo ai quattro temi proposti dai curatori (e dibattuti in sede di inaugurazione da artisti e filosofi italiani e cinesi – video ora inserito nel percorso di mostra): la relazione che intercorre fra tradizione ed innovazione, il rapporto con la natura, il significato dell’opera d’arte rispetto al simulacro della comunicazione e il ruolo dell’artista nei confronti della società contemporanea.
A fianco di ogni opera, l’artista si rivolge allo spettatore spiegando il proprio intervento attraverso un breve contributo video: un attento lavoro curatoriale quello che “nasconde” l’intervento di mediazione del curatore o del critico stesso e, lasciando ampio respiro all’artista, diminuisce il divario tra arte contemporanea e pubblico.

Flow_1 – Basilica Palladiana, Vicenza 2015 – photo courtesy Andrea Garzotto

Flow_1 – Basilica Palladiana, Vicenza 2015 – photo courtesy Andrea Garzotto

UNA MOSTRA FLUENTE
Nel “fluire” della mostra, in un percorso senza soluzione di continuità (apparente), è possibile trovare ulteriori chiavi di lettura trasversali, che passano dall’emancipazione della tradizione, rispettandone le iconografie ma elaborando nuove tecniche (Peng Si, Dany Vescovi), o invertendone i ruoli (Zhang Fangbai, Zhao Xu), al ribaltamento della natura, in una mimesi fittizia che gioca con i materiali (Stefano Arienti, Piero Gilardi, Li Hongbo, Serse), e passa da una deriva pop, ironica sul ruolo dell’arte contemporanea (Laurina Paperina, Mu Boyan), a questioni che aprono interrogativi sulle energie che scuotono l’interiorità e i sentimenti (Stefano Cagol, Elena Pugliese).
L’esposizione verrà riproposta a Pechino nel 2016, con l’intento di proseguire in questo dinamico approccio sincretico e antiglobale di una ricerca artistica attenta e partecipe al dibattito contemporaneo.

Petra Cason

Vicenza // fino al 1° novembre 2015
Flow. Arte contemporanea italiana e cinese in dialogo
a cura di Peng Feng e Maria Yvonne Pugliese
BASILICA PALLADIANA

Piazza dei Signori
044 4222114
[email protected]
www.mariayvonnepugliese.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/46988/flow-1-arte-contemporanea-italiana-e-cinese-in-dialogo/

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community