T Spoon per Pastificio_arch. Frammenti urbani in mutazione, tra ordinario e straordinario

Terzo appuntamento per il progetto “Find Your Corner. 2,5 x 5”: il quartiere San Lorenzo reinventato da interventi di studi di design e architettura, su invito del Pastificio Cerere

Print pagePDF pageEmail page

Un angolo di 2,5 x 5 metri per reinventare uno scorcio di città. Piccoli spazi, in cui cambiano le prospettive  e le relazioni, affidando a immagini, azioni, eventi, strutture, il compito di risignificare minime porzioni di spazio comune. È questo il progetto pensato per il 213-2014 dallostudio Strato (Martino Fraschetti, Maria Clara Ghia, Vincenzo Tattolo) per Pastificio_arch, programma voluto da Marcello Smarrelli, direttore artistico della FondazionePastificio Cecere, per condurre esperienze di ricerca, sperimentazione e progettazione architettonica all’interno del quartiere San Lorenzo. Find Your Corner. 2,5 x 5 cambia pelle di volta in volta, grazie alle intuizioni di diversi studi di architettura, invitati da Strato.

T Spoon Environment Architecture

T Spoon Environment Architecture

Dopo Hanasi Designche ha aperto il ciclo, seguito da 2A+P/A, il terzo appuntamento ha visto a lavoro T Spoon Environment Architecture. Gioca sull’alternanza visiva tra le parole ORDINARIO/STRAORDINARIO il progetto ideato per l’occasione: un piccolo giardino profumato, simbolo del paesaggio da cui emanano essenze profumate, è sormontato da un insegna luminosa che sovrappone e separa i due significati. Liberando il senso della meraviglia, là dove il tempo consueto e lo spazio conosciuto si capovolgono, all’improvviso. Intorno all’installazione la vita del quartiere scorre, nell’incantesimo di una nuova socialità possibile.
L’opera si inserisce nel contesto più ampio del progetto di ricerca City-Hound, social network per la trasformazione temporanea di spazi sottoutilizzati, da recuperare grazie a idee e iniziative di cittadini attivi, in cerca di contenitori creativi e imprenditoriali.

Helga Marsala

www.pastificiocerere.com

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community