Nuova sede per Istituto Marangoni a Firenze. La scuola di moda apre all’arte e lavora con gli Uffizi

Uno dei soggetti simbolo, in Italia, per la formazione nel campo della moda apre una nuova sede a Firenze. Con i primi corsi dedicati all’arte e la partnership con Uffizi e Palazzo Strozzi

Istituto Marangoni a Firenze
Istituto Marangoni a Firenze

Prenderanno il via dal 5 ottobre le attività didattiche della nuova School of Fashion & Art di Istituto Marangoni, guidata dal direttore Fabio Siddu. Fondata nel 1935 e da oltre 80 anni attiva nella formazione dei professionisti per i settori moda e design, la celebre scuola ha scelto il centro storico del capoluogo toscano per intraprendere un percorso didattico, fin qui inedito per la propria storia, e per convogliare, oltre Milano dove è già presente con due sedi, il proprio modello formativo. A due passi da Palazzo Strozzi, in un palazzo su Via de’ Tornabuoni, tra gli edifici dei Giacomini e degli Strozzi – oggetto di un intervento di riqualificazione e valorizzazione condotto da Studiokhom, con la consulenza di Giulio Cappellini – l’istituto estenderà la tradizionale offerta con uno specifico interesse per l’arte. Saranno infatti lanciati programmi masters di arts management, curatorial management e corsi triennali in art, history & culture e in multimedia art. Un ampiamento che non escluderà il distintivo interesse dell’istituzione verso l’universo fashion, contraddistinto a Firenze dalla scelta di legarsi alle eccellenze produttive del territorio.

LA MODA INCONTRA L’ARTE
La nuova scuola – come ha sottolineato il Siddu – ha una particolarità: aprire ai corsi di arte, novità assoluta per Istituto Marangoni perché non presente in nessuna delle altre sedi nel mondo. L’obiettivo è indagare i confini tra arte, moda e design per dare nuovo impulso e slancio creativo al fashion stesso. Non a caso abbiamo scelto l’artista cinese Simon Ma, già Art Director per EXPO Milano, come Ambassador della scuola. Crediamo possa dare visibilità, soprattutto all’estero, ai corsi legati all’arte.” Tra gli orientamenti della sede appena toscana dell’Istituto la volontà di concepire una scuola “aperta nei confronti della città” ha proseguito Siddu. “Proprio per questo, avremo partnership con laboratori manufatturieri, con stilisti di accessori di lusso, con studi di fotografia, con fotografi e artigiani locali. I nostri corsi prevederanno delle sessioni condotte esattamente nei luoghi in cui il know-how di queste figure si è sviluppato, non in laboratori “fittizi”. Gli studenti si confronteranno con i mastri, nei loro spazi produttivi, affinché percepiscano i confini realizzativi.

LA PARTNERSHIP CON GLI UFFIZI
Tra i soggetti con i quali verranno intessuti rapporti per il settore dell’arte figurano le Gallerie degli Uffizi, Palazzo Strozzi e l’Accademia del Disegno, con cui sono stati attivati i primi contatti. Intanto, per presentarsi alla città e manifestare lo spirito di apertura verso Firenze, in occasione della serata di inaugurazione la facciata della School of Fashion & Art ha ospitato uno spettacolo di videomapping e danza verticale, a cura della compagnia Cafelulé.

– Valentina Silvestrini

Istituto Marangoni
Firenze, Via de’ Tornabuoni 17
http://www.istitutomarangoni.com/it/

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Silvestrini
Dal 2016 coordina la sezione architettura di Artribune, piattaforma per la quale scrive da giugno 2012, occupandosi anche della scena culturale fiorentina. Ha studiato architettura all’Università La Sapienza di Roma, città in cui ha conseguito l'abilitazione professionale. Ha intrapreso il percorso professionale in parallelo con gli studi, occupandosi di allestimenti museali, fieristici ed eventi presso studi di architettura e all’ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero fino al 2011. Successivamente ha frequentato il "Corso di alta formazione e specializzazione in museografia" della Scuola Normale Superiore di Pisa e ha curato gli eventi e la comunicazione della FUA - Fondazione Umbra per l’Architettura, a Perugia. I suoi articoli sono stati pubblicati anche su Abitare, abitare.it, domusweb.it, Living, Klat, Icon Design, Grazia Casa, Cosebelle Magazine e Sky Arte. Oltre all'architettura, ama i viaggi e ha una predilezione per l'Asia e il Medio Oriente.