A 32 anni dalla morte vanno all’asta le ceneri dello scrittore Truman Capote. A soli 6mila dollari

A Los Angeles, è la prima volta che i resti di un essere umano vengono messi all’asta. Insieme alle ceneri anche una serie di cimeli di Truman Capote, in un appuntamento controverso

Truman Capote
Truman Capote

L’annuncio è stato fatto il 25 agosto, giorno della sua morte e a tre giorni dalla sua cremazione avvenuta il 28 agosto del 1984. Avviene oggi che Truman Capote, lo scrittore americano, tra i più famosi al mondo per libri come A sangue freddo o Colazione da Tiffany, poi interpretato nel cinema da una indimenticabile Audrey Hepburn, stia per essere messo all’asta. O meglio, le sue ceneri, conservate in una scatola intagliata di legno giapponese. Proveniente dalla collezione di Joanne Carson, una cara amica di Capote (lo scrittore morì a casa sua nel 1984), scomparsa lo scorso anno all’età di 83 anni, il lotto sarà esposto nella vendita Icon & Idols: Hollywood, dal 23 al 24 settembre da Julien’s Auction a Los Angeles. Il presidente Darren Julien ha dichiarato: Capote avrebbe adorato quest’asta.Può essere. Ma la stima di partenza di soli 2000 dollari (stima 4000 – 6000 dollari) gli sarebbe ugualmente piaciuta?

GENIO E SREGOLATEZZA
Sono un alcolizzato. Sono un tossicomane. Sono un omosessuale. Sono un genio“, scriveva Capote già prossimo alla morte nel suo Musica per Camaleonti, pezzo pubblicato sul New York Times, ossessionato dalla scrittura e dalle vicende seguite dalla pubblicazione del suo Preghiere Esaudite, romanzo non finito pubblicato a puntate sulla rivista Esquire e per intero postumo, nel 1987, che suscitò non poche polemiche e giocò a Capote l’amicizia dei suoi amici ricchi e del mondo dello spettacolo che si rividero in quei ritratti e che si sentirono traditi dallo scrittore che aveva violato il patto sociale del riserbo. Con la vendita di Julien’s è la prima volta che le ceneri di una persona vengono messe all’asta e quindi non ci sono precedenti in proposito. Il che pone un dilemma morale: è lecito vendere all’asta i resti di un essere umano anche se si tratta di un’icona? A voi l’ardua sentenza, ma sarà sicuramente un evento controverso, come controverso era lo scrittore Capote. Le ceneri tuttavia non sono un unico. Una porzione di esse era stata consegnata a Jack Dunphy, compagno di una vita di Capote. Per i fan meno macabri l’asta di settembre mette in scena anche abiti, accessori, pattini da ghiaccio, riviste, libri, opere d’arte, medicinali e cimeli di altre star.

Santa Nastro

http://www.juliensauctions.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.