La “fiera sexy” di Madrid. Dal Matadero immagini della seconda edizione di Summa Art Fair, con settantacinque gallerie internazionali. E una italiana…

Una “fiera sexy”, così Juan de Nieves, direttore artistico, definisce Summa Art Fair Madrid. Giunta alla sua seconda edizione, Summa presenta settantacinque gallerie spagnole e internazionali nei teatrali spazi del Matadero, che offrono una variegata selezione di artisti maggiormente noti a fianco di giovani talenti. “Abbiamo cercato di consolidare la fiera senza cambiarla nella sua […]

Una “fiera sexy”, così Juan de Nieves, direttore artistico, definisce Summa Art Fair Madrid. Giunta alla sua seconda edizione, Summa presenta settantacinque gallerie spagnole e internazionali nei teatrali spazi del Matadero, che offrono una variegata selezione di artisti maggiormente noti a fianco di giovani talenti. “Abbiamo cercato di consolidare la fiera senza cambiarla nella sua formula vincente e siamo davvero soddisfatti del risultato che ben rispecchia il tempo in cui stiamo vivendo”, continua de Nieves nel suo discorso di benvenuto.
Quest’anno l’evento, aperto fino al 21 settembre, si struttura su tre differenti sezioni, ognuna curata da un commissario: una Main Section studiata proprio da Juan de Nieves; UP, dedicata alla giovani gallerie con meno di 5 anni, curata da Carolina Grau e, infine, la Transverse Section, diretta da Gloria Moure e Marina Fokidis, dedicata ad artisti che lavorano con video in formato 16mm. Scelte interessanti e differenti che dimostrano un’attenzione particolare a voler rendere la fiera un evento all’altezza degli altri appuntamenti fieristici internazionali. Madrid non è più solo ARCO, ma si arricchisce e punta sulla novità.
Molte le gallerie spagnole, con nomi importanti come Oliva Arauna, Juana de Aizpuru, Elba Benitez da Madrid, Angels e Joan Prats da Barcellona, ma anche gallerie straniere provenienti da Monaco, Bogotá, Caracas e Parigi. Una sola italiana: la Galleria Bianconi di Milano, che espone le opere di Luigi PresicceArtribune era presente all’inaugurazione: ecco la fotogallery…

– Giulia Crespi

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI