Lo Strillone: a tutto Niemeyer, ma per Libero le sue creazioni sembrano autogrill. E poi Balotelli come la Gioconda, quote rosa nel cda del Maxxi, i privati salvano Ercolano…

Di tutti i ricordi spesi per Niemeyer valga la lettura di quello pubblicato su La Repubblica: intervista a Renzo Piano per un coccodrillo d’autore. O la stroncatura di Camillo Langone su Libero: Brasilia? Sembra un autogrill. Renato Barilli interpreta su L’Unità il Kentridge ospite del Maxxi e di Roma Europa Festival; secondo il suo agente, […]

Quotidiani
Quotidiani

Di tutti i ricordi spesi per Niemeyer valga la lettura di quello pubblicato su La Repubblica: intervista a Renzo Piano per un coccodrillo d’autore. O la stroncatura di Camillo Langone su Libero: Brasilia? Sembra un autogrill. Renato Barilli interpreta su L’Unità il Kentridge ospite del Maxxi e di Roma Europa Festival; secondo il suo agente, Mino Raiola, vale tanto quanto la Gioconda: vignetta gustosa per un Balotelli leonardesco su Il Fatto Quotidiano.

Riapre dopo il sisma del ’97 l’ultima porzione ancora interdetta al pubblico della basilica di Assisi, quella Cappella di San Nicola, inaugurata da Ornaghi: segnalazione su Avvenire. Arte in rosa su Corriere della Sera: Beatrice Buscaroli madrina della sicula Catania Art Gallery, Trussardi e Veaute nel cda del Maxxi.

Lo Stato spende 105 milioni all’anno per Pompei, ma non riesce a tenerla in piedi; mr. Packard, con appena 16, ha salvato Ercolano. Come ha fatto? La risposta su Panorama. Celant al Whitney con L’Espresso per Artschwager, la biografia di Grunewald in libreria e su Il Venerdì. Natalie Djurberg ed Ann Craven protagoniste su Sette.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.