Cercasi giovani talenti, under 35 e senza una galleria. È la call firmata da AAF – Affordable Art Fair Roma e dal collettivo 1:1 Project. Si vince uno spazio tutto proprio…

Un premio, anzi una “call”, a caccia di talenti. La lancia AAF – Affordable Art Fair, per la sua prima edizione romana in collaborazione con il collettivo 1:1 Project. I destinatari sono i giovani under 35 e, direbbe qualcuno, “non i soliti noti”. Già, perché tra i requisiti per partecipare c’è quello di non essere […]

Un premio, anzi una “call”, a caccia di talenti. La lancia AAF – Affordable Art Fair, per la sua prima edizione romana in collaborazione con il collettivo 1:1 Project. I destinatari sono i giovani under 35 e, direbbe qualcuno, “non i soliti noti”. Già, perché tra i requisiti per partecipare c’è quello di non essere rappresentati da alcuna galleria. Ai vincitori l’opportunità di avere uno spazio loro dedicato in fiera – che si svolgerà a La Pelanda, ex Mattatoio Testaccio, dal 26 al 28 ottobre – in cui potranno mostrare il proprio lavoro, incontrare pubblico, galleristi, giornalisti, curatori e collezionisti ed, eventualmente, anche vendere direttamente le proprie opere.
L’obiettivo di AAF, infatti, è quello di avvicinare all’arte contemporanea nuovi fruitori, persone che non necessariamente hanno una frequentazione abituale con il mondo delle gallerie, cercando di incoraggiare la formazione di una nuova generazione di collezionisti, ma anche di facilitare l’ingresso nel mercato dell’arte ai giovani artisti. I vincitori saranno comunicati il 4 ottobre. Nel frattempo bisogna mandare la propria candidatura: il bando chiude il 21 settembre.

– Santa Nastro

www.affordableartfair.com/rome
[email protected]
www.facebook.com/AAFRoma
[email protected]

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.