Compri un Ritts, o un Kirkland, e porti la fotografia nel mondo. Da Sotheby’s Milano torna l’asta in favore di FotografisenzaFrontiere

Un mix ben calibrato di giovani fotografi e alcuni tra i più celebri autori italiani e stranieri, da James Whitlow Delano a Franco Fontana, Maurizio Galimberti, James Hill, Roger Hutchings, Douglas Kirkland, Paola Mattioli, Nino Migliori, Ugo Mulas, Cristina Omenetto, Herb Ritts, Massimo Vitali, Francesco Zizola. Per un catalogo che arriva a una settantina di […]

Douglas Kirkland - Marilyn Monroe

Un mix ben calibrato di giovani fotografi e alcuni tra i più celebri autori italiani e stranieri, da James Whitlow Delano a Franco Fontana, Maurizio Galimberti, James Hill, Roger Hutchings, Douglas Kirkland, Paola Mattioli, Nino Migliori, Ugo Mulas, Cristina Omenetto, Herb Ritts, Massimo Vitali, Francesco Zizola. Per un catalogo che arriva a una settantina di opere: questo offre Auction4action, la terza edizione dell’asta di beneficenza in favore di FotografisenzaFrontiere-Onlus officiata da Sotheby’s il 21 marzo a Palazzo Broggi di Milano.
L’intero ricavato dell’asta verrà destinato da FotografiSenzaFrontiere-onlus per la creazione di nuovi laboratori permanenti di fotografia, come quelli che si stanno sviluppando a a Kuna Yala, in Afghanistan e in Argentina, e nell’organizzazione di iniziative presso i laboratori già attivi in Nicaragua (dal 1997), Striscia di Gaza (dal 2004), Algeria (dal 2002) e Uganda (dal 2008).
FotografiSenzaFrontiere-Onlus è un’organizzazione indipendente che dal 1997 è impegnata nella creazione di laboratori permanenti di fotografia in aree critiche del mondo. Attraverso l’insegnamento della fotografia, bambini e adolescenti trovano non solo la possibilità di apprendere le basi di un mestiere ma anche l’accesso a un efficace e competitivo mezzo di auto-rappresentazione della propria realtà e ad un utile strumento per la ricostruzione di una solida identità culturale.

– Martina Gambillara

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Martina Gambillara
Martina Gambillara (Padova, 1984), laureata in Economia e Gestione dell'Arte, si è interessata fin dai primi anni dell'università al rapporto tra arte e mercato, culminato nella tesi Specialistica in cui ha indagato il fenomeno della speculazione nel mercato dell'arte cinese dell'ultimo decennio. Per passione personale si è costantemente dedicata all'osservazione dei risultati d'asta soprattutto del segmento di Arte Contemporanea, estrapolandone i trend e la correlazione con i mercati finanziari. In seguito il suo interesse si è spostato verso i mercati emergenti, da quello cinese scelto per la sua tesi, a quello sud-asiatico e mediorientale. Ha lavorato per gallerie, case d'asta e dal 2011 fa parte dello staff editoriale di Artribune.