Miami Updates: yogurt al miele e caffè, ecco il fototour sgraffignato al party della Rubell Family Collection

Colazione da Rubell. In occasione di Art Basel Miami Beach The Rubell Family Collection apre le porte al pubblico con un breakfast esclusivo per gli amanti dell’arte che in questi giorni si condensano sulla Florida. È il primo della serie degli opening mattutini che vedono le collezioni della città impegnate nella promozione di mostre, inaugurazioni […]

Colazione da Rubell. In occasione di Art Basel Miami Beach The Rubell Family Collection apre le porte al pubblico con un breakfast esclusivo per gli amanti dell’arte che in questi giorni si condensano sulla Florida. È il primo della serie degli opening mattutini che vedono le collezioni della città impegnate nella promozione di mostre, inaugurazioni ed esclusivi momenti di incontro. Da Rubell si beve caffè e si mangia yogurt bianco. Per “condirlo” con dolcissimo, appiccicosissimo miele, ci si serve da un’opera intitolata Incubation di Jennifer Rubell, artista discendente della family, of course, che stilla il liquido dall’alto, spargendolo sulla superficie di un grande cubo bianco.
Ma naturalmente non può mancare la mostra principale che qui, come la “tradizione” di Miami vuole, si chiama American Exuberance. Esuberanza che significa in parte mito e in parte realtà, come commenta John Miller, il curatore, nel suo saggio introduttivo. Ed esuberanti sono infatti i percorsi che comprendono opere monumentali di Barbara Kruger, Sterling Ruby – cui è dedicata un’intera sala -, John Baldessarri, per tacer degli altri 190 lavori in mostra acquistati dalla collezione, fra cui un bellissimo trittico fotografico di Richard Prince. Siamo andati a vederli per voi, eccovi la gallery…

– Santa Nastro

Iscriviti a Incanti. Il settimanale di Artribune sul mercato dell'arte

 
 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è caporedattore di Artribune. È Responsabile della Comunicazione di FMAV Fondazione Modena Arti Visive e della Fondazione Pino Pascali. Collabora con Fondazione Pianoterra Onlus a Roma. È stata inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ha collaborato con l’American Academy in Rome. Dal 2011 al 2021 ha collaborato con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli. Dal 2006 al 2011 è stata Segreteria Scientifica del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con la testata Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni. È autore del saggio Come vivono gli artisti? edito da Castelvecchi (2022) nella collana Fuoriuscita.