Dopo il successo di Belleza y locura, il film-racconto realizzato da Rino Stefano Tagliafierro (co-fondatore di Karmachina), e prodotto da El País Semanal per celebrare i 200 anni del Museo del Prado, la Fundación Princesa de Asturias ha deciso di affidare allo studio milanese la realizzazione di una nuova opera dedicata al patrimonio artistico del museo. La scelta è ricaduta sulle opere di Hieronymus Bosch per la loro eccezionale forza visionaria, interminabile fonte d’ispirazione per un’opera audiovisiva dal potere evocativo, mentre la musica è a cura del trio Fernweh.
Tríptiko. A vision inspired by Hieronymus Bosch, questo il titolo del progetto, è un concerto multimediale e verrà eseguito per tre serate, dal 10 al 12 ottobre. L’opera rappresenta un viaggio nel caleidoscopico mondo del pittore olandese. Il titolo richiama il formato dell’opera principale da cui trae origine lo spettacolo, il Trittico del Giardino delle Delizie; a questa tripartizione sono inoltre ispirati anche l’elemento scenografico al centro della scena e lo stesso andamento dell’opera audiovisiva, distinta in tre atti.

Dati correlati
AutoreHieronymus Bosch
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.