Tutte le nostre scelte di allestimento, a partire dalle sequenze di avvicinamento al grande Cartone, sono pensate per preparare il pubblico alla visione di un’opera che trattiene – intatta – in sé una mirabile congiunzione di significati, essendo al tempo un’opera finita e tuttavia destinata a preparare un’opera conclusiva”. Ha commentato così Stefano Boeri l’allestimento della nuova Sala del Cartone di Raffaello nella Pinacoteca Ambrosiana di Milano realizzato dal suo studio.
Aperta al pubblico dal 27 marzo scorso, la stanza è concepita per ospitare il Cartone preparatorio per l’affresco della Scuola di Atene ai Musei Vaticani, un disegno realizzato interamente per mano del maestro urbinate e tornato visibile dopo quattro anni di restauro. L’opera è protetta da una grande teca con lastra di vetro unica antiriflesso e ha di fronte un tavolo didattico, realizzato in collaborazione con Riva1920, in legno di quercia massello ricavato da un tronco unico vecchio di 150 anni. “Abbiamo voluto”, spiega Boeri, “che nella sala fosse presente anche un grande tavolo di legno massello perché volevamo che la contemplazione dello straordinario disegno che rappresenta una Scuola diventasse esso stesso lo spazio di una Scuola. Il tavolo didattico trasforma infatti la sala 5 della Pinacoteca Ambrosiana in una scuola silenziosa e potente, dove il pubblico potrà alternare la visione del Cartone e la lettura dei testi storici che ne spiegano l’origine, la storia, il significato profondo”.

Evento correlato
Nome eventoIl Raffaello dell’Ambrosiana. In Principio il Cartone
Vernissage25/03/2019 su invito
Duratadal 25/03/2019 al 25/04/2019
CuratoreStefano Boeri
Generedocumentaria
Spazio espositivoBIBLIOTECA - PINACOTECA AMBROSIANA
IndirizzoPiazza Pio Xi - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.