La Galleria The Mori Center presenta fino al 19 gennaio 2019 la prima mostra personale a Parma di Giuseppe Ragazzini (1978), artista milanese che ha alle spalle una variegata attività creativa che spazia dalla pittura, alla scultura, alla scenografia, al video.
In questo percorso espositivo, curato da Giorgia Ori, l’aspetto poliedrico dell’attività di Ragazzini viene messo in evidenza, pur inserito all’interno di un immaginario estetico unitario e coerente. Il tratto inconfondibile che caratterizza le opere è il dinamismo: da qui la realizzazione di collage digitali soggetti a una trasformazione incessante, costituiti da un flusso di elementi che si sovrappongono continuamente su sé stessi. L’allestimento è stato pensato in modo che il visitatore si possa sentire completamente immerso nel mondo dell’artista, un mondo che per l’occasione prende i toni del grottesco. L’installazione Misteriosa routine, presente nella prima sala, raffigura 16 personaggi grotteschi che guardano attraverso finestre di autobus dipinte dall’artista stesso. Accedendo poi alla seconda sala si possono scoprire i dettagli del processo creativo: alle pareti vengono infatti esposti gli schizzi che precedono la realizzazione delle opere finite, accanto ad alcune opere in ceramica, opere pittoriche che raffigurano I tarocchi di Ragazzini e un manichino snodabile. Il percorso espositivo si conclude con la video proiezione della celebre opera Il Bacio (2007) restaurata per l’occasione e proiettata in alta definizione.

Evento correlato
Nome eventoGiuseppe Ragazzini - Incontri grotteschi
Vernissage29/11/2018 ore 19
Duratadal 29/11/2018 al 19/01/2019
AutoreGiuseppe Ragazzini
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoTHE MORI CENTER
IndirizzoVicolo del Vescovado 5 /A - Parma - Emilia-Romagna
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.