La prima mostra della nuova galleria Bianco Contemporaneo, in apertura a Roma il prossimo 11 ottobre, è dedicata a Pino Boresta (1962). L’artista romano, pioniere di quella che oggi chiameremmo street art, oltre che ispirato dalle performance situazioniste, è una figura irregolare e irriverente. La personale, intitolata ironicamente M.E.R.d.A. Manifesti Elettorali Rettificati da Asporto, sarà incentrata su una collezione di manifesti politici strappati dai muri o presi dalle scorte degli “attacchini” nei periodi delle elezioni. Sarà possibile così “ripercorrere le tappe del nostro recente passato politico con slogan elettorali, facce conosciute o meno note, rettificati dall’artista per mezzo delle smorfie del suo viso in varie dimensioni e colori”, come si legge nel testo di presentazione del progetto.
In questo video, lanciato come “prequel” della mostra, si racconta l’ingresso dell’artista in galleria con le opere da rettificare e la sua azione su di esse.Alla presenza di alcuni ospiti speciali: noti critici e artisti come Laura Cherubini, Manuela De Leonardis, Egidio Emiliano Bianco, Adriana Polveroni, Laura Della Gatta, Daniele Contavalli e Ciriaco Campus.

Video a cura di Luca Carrazza / Montaggio Andrea Fiorentini

Evento correlato
Nome eventoPino Boresta - M.E.R.d.A. Manifesti Elettorali Rettifica da Asporto
Vernissage11/10/2018 ore 18
Duratadal 11/10/2018 al 15/01/2019
AutorePino Boresta
Generiarte contemporanea, inaugurazione, personale
Spazio espositivoBIANCO CONTEMPORANEO
IndirizzoVia Reno 18/a - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.