Primo edificio progettato dallo studio fondato da Zaha Hadid ad aggiudicarsi la certificazione LEED Platinum conferita dall’US Green Building Council, il KAPSARC – King Abdullah Petroleum Research and Research Center è una delle novità nella scena architettonica della capitale saudita. Il complesso, sede dell’omonimo istituto senza fini di lucro, attivo nella ricerca in campo energetico, è stato completato nel secondo semestre del 2017. A presentarlo è un video prodotto dal noto studio di architettura: sessanta secondi nel corso dei quali si possono provare a cogliere le qualità spaziali di una struttura costituita da cinque edifici funzionalmente distinti, ma interconnessi dal punto di vista distribuitivo.
All’interno dei 70mila metri quadrati del KAPSARC trovano spazio l’Energy Knowledge Centre, l’Energy Computer Centre, un auditorium per conferenze con 300 posti in grado di ospitare anche mostre, una biblioteca con un archivio di 100mila volumi, e la Musalla, un ambiente riservato alla preghiera. Risultato di uno studio sulle complesse condizioni ambientali dell’altopiano di Riyad, il campus incarna la mission dell’istituzione che accoglie grazie all’adozione di soluzioni finalizzate al contenimento dei consumi energetici.
Sede, lo scorso ottobre, della quarta edizione della Saudi Design Week 2017, il KAPSARC non è l’unica opera concepita da ZHA per il territorio saudita. Nel 2016 lo studio fondato da Zaha Hadid si era infatti aggiudicato il concorso internazionale per l’Urban Heritage Administration Centre di Diriyah, la cui costruzione è in attesa di essere confermata.

– Valentina Silvestrini

Dati correlati
AutoreZaha Hadid
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Silvestrini
Dal 2016 coordina la sezione architettura di Artribune, piattaforma per la quale scrive da giugno 2012, occupandosi anche della scena culturale fiorentina. Ha studiato architettura all’Università La Sapienza di Roma, città in cui ha conseguito l'abilitazione professionale. Ha intrapreso il percorso professionale in parallelo con gli studi, occupandosi di allestimenti museali, fieristici ed eventi presso studi di architettura e all’ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero fino al 2011. Successivamente ha frequentato il "Corso di alta formazione e specializzazione in museografia" della Scuola Normale Superiore di Pisa e ha curato gli eventi e la comunicazione della FUA - Fondazione Umbra per l’Architettura, a Perugia. I suoi articoli sono stati pubblicati anche su Abitare, abitare.it, domusweb.it, Living, Klat, Icon Design, Grazia Casa, Cosebelle Magazine e Sky Arte. Oltre all'architettura, ama i viaggi e ha una predilezione per l'Asia e il Medio Oriente.