Robert Mapplethorpe e la scena sadomasochista newyorkese. In arrivo il documentario “Look at the Picture”

Dopo Party Monster e Inside Deep Throat, Fenton Bailey e Randy Barbato hanno portato al Sundance uno shockumentary in chiave agiografica sulla vita di Robert Mapplethorpe. Ecco il trailer.

World of Wonder è una casa di produzione internazionale con sede a Hollywood, fondata nel 1991 da Randy Barbato e Fenton Bailey. L’azienda promuove reality e documentari televisivi, film e contenuti video online con un focus particolare sul sesso, la sessualità e la sottocultura erotica. Nel suo portfolio ci sono, per esempio, RuPaul’s Drag Race, Party Monster ed Inside Deep Throat. Durante l’ultimo Sundance la coppia di registi e produttori ha presentato un nuovo shokumentary: Mapplelthorpe, Look at the Picture, dedicato stavolta alla vita del fotografo newyorkese morto prematuramente nel 1989 causa HIV. Usando come pretesto narrativo una mostra collettiva del Lacma, i due raccontano in ordine cronologico la storia dell’uomo che scandalizzò l’America per aver contaminato l’arte con la pornografia omofila.

Il film inizia con un lungo piano sul famoso Autoritratto con frusta (quello della serie Portfolio X, dove la frusta stava nell’ano…) per poi raccontare dell’importante liason con Patti Smith, nel periodo in cui i due dividevano una stanza del Chelsea Hotel. Con la conquista della propria omosessualità arriva anche l’interesse per la sottocultura BDSM metropolitana dell’epoca, l’intuizione di un linguaggio contaminato e la notorietà. Dall’ossessione per il successo fino alla morte per AIDS, a soli 42 anni, i registi hanno preferito una versione celebrativa dell’artista, senza approfondire la controversia con i membri del Congresso, dopo la mostra al Corcoran Gallery of Art di Washington, né quella che portò il direttore del Cincinnati Contemporary Arts Center, Dennis Barrie, all’imputazione di induzione all’oscenità per aver esposto sette dei suoi ritratti sadomaso. La data prevista per l’uscita nelle sale statunitensi è il 22 aprile. In Italia non si sa ancora se e quando sarà distribuito.

– Federica Polidoro

mapplethorpefilm.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.