Linee in equilibrio. Giuliano Dal Molin a Napoli

Galleria Lia Rumma, Napoli – fino al 30 Luglio 2016. Giuliano Dal Molin espone per la prima volta nella città campana con una selezione di opere site-specific. La sua visione strutturalistica incontra la luce partenopea e la pittura fa esperienza di nuovi effetti, diversi profili e altri chiaroscuri.

Giuliano Dal Molin - installation view at Galleria Lia Rumma, Napoli 2016

Dal silenzio emerge il “canto delle dune”, dei rilievi e degli anti-rilievi, profili segnati da un orizzonte vacuo di luci e ombre, secondo un procedere rigoroso e calibrato, sintomo di una chiara purezza mentale. Forme leggere, ricercati equilibri, linee protese derivano dalla comprensione dello spazio come ambiente carico di tensioni estetiche, in cui la dicotomia tra spazio interno e quello esterno genera movimenti plastici e dinamici, che aprono lo sguardo oltre il quadro dipinto.
Vorrei che facessero decorrere lo sguardo su altri luoghi. Le opere recenti non vogliono più dichiararsi come sculture ma come superfici attive che profetano altre visioni”, sostiene Giuliano Dal Molin (Schio, 1960), protagonista della mostra napoletana. L’opera Cangiante esorta a una concentrazione meditativa e raccolta e convoglia l’attenzione su flebili allineamenti e insostenibili adiacenze, per poi dirigerla sulla parete di fondo della galleria, dove la cavità dell’arco restituisce una percezione dell’ambiente ormai del tutto mutata. Allo stesso modo, il grande arco della seconda sala, in dialogo con la volta settecentesca della sede partenopea, incide lo spazio con la sua curvatura di luce, dando la misura e il senso dell’essere.

Rosa Esmeralda Partucci  

Napoli // fino al 30 luglio 2016
Giuliano Dal Molin
LIA RUMMA
Via Vannella Gaetani 12
081 19812354
[email protected]
www.liarumma.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Rosa Esmeralda Partucci
È nata ad Avellino nel 1990 e ha frequentato il corso di Laurea Triennale in Archeologia e Storia dell'Arte all'Università degli Studi di Napoli Federico II. Attualmente è in procinto di discutere la tesi in storia dell'arte contemporanea. Ha scritto articoli su testate locali per eventi e mostre organizzate da associazioni (es. Meridies) e altri istituti, quale l'Istituto per la Diffusione delle Scienze Naturali di Napoli. Nel novero dei suoi interessi, oltre all'arte, sono compresi la fotografia, la poesia, la letteratura e il nuoto. Continuerà gli studi magistrali in ambito contemporaneo e museografico.