Designer di tutto il mondo unitevi. A Brescia

A Palazzo Gallery, Brescia – fino al 10 maggio 2016. Lo spazio espositivo bresciano riunisce un variegato gruppo di designer. Creando un gioco di rimandi tra contemporaneità e tradizione.

Sur - installation view at A Palazzo Gallery, Brescia
Sur - installation view at A Palazzo Gallery, Brescia

La mostra merita una visita in primis per la cornice in cui è allestita: il primo piano di palazzo Cigola, in piazza Brusato a Brescia, oggi sede di A Palazzo Gallery. È proprio il luogo espositivo a offrire un assist alla mostra, perché i vari designer coinvolti, pur tra enormi differenze, condividono tutti una ricerca sulle superfici e sui materiali di stampo storicista. Christian Haas, per esempio, è andato nella sua Germania del XIX secolo a cercare, tra le pitture su vetro, un motivo da applicare al suo tavolino fatto di specchi e superfici sfasate; ha unito suggestioni provenienti dall’arte veneziana, tibetana, guatemalteca, africana, lo svizzero Christoph  Hefti nel suo tappeto World Mask; impossibile non pensare, infine, alle capigliature di kouros e kore greci, con la loro superficie a caselle irregolari e vibranti, quando si guardano i vasi della francese Marlène Huissoud, ottenuti attraverso l’applicazione delle tecniche muranesi di lavorazione del vetro al propoli. E, ancora, la mostra prosegue con superfici colorate simili ai marmi policromi e agli oggetti che nascondono la propria funzione, un po’ come la Mitragliera di Franco Albini o le lampade di Pietro Chiesa. Nel design, nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma.

Michele Signorelli

Brescia // fino al 10 maggio 2016
Sur
a cura di Federica Sala
artisti: Paolo Gonzato, Zaven, BBxHH, Christian Haas, Christoph Hefti, Ferréol Babin, Hilda Hellström Marion Duclos Mailaender, Marlène Huissoud, Muller van Severen, Soft Baroque
A PALAZZO GALLERY
Piazza Tebaldo Brusato 35
030 3758554
[email protected]
www.apalazzo.net

MORE INFO:
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/51804/lollipop-sur/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Michele Signorelli
Ho conseguito nel 2012 il diploma di laurea triennale all'Università Statale degli Studi di Milano con una tesi in Storia e Critica del Cinema dedicata alla figura di Roberto Rossellini e al suo rapporto con la stampa bergamasca (Il cinema di Roberto Rossellini su L'Eco di Bergamo dal 1945 al 1959); nel 2015, presso lo stesso ateneo, mi sono laureato in Storia e Critica dell'Arte con una tesi in Storia dell'Arte Moderna volta a costruire il catalogo di opere di due incisori milanesi di inizio Seicento (Le acqueforti di Cesare e Bernardino Bassano). Tra 2013 e 2015 ho organizzato alcune mostre d'arte contemporanea a Calcinate, in provincia di Bergamo, per l'associazione culturale il Mantello. Collaboro con gallerie e riviste d'arte.