Il catartico giardino di Alessandro Roma

La Brand New Gallery di Milano è a disposizione completa dei nuovi lavori di Alessandro Roma. Nei quali il giardino, con i suoi segreti, avvolge nei ricercati pattern e in sovrapposizioni colte. Fra mimesi con la natura e dialogo con la storia, fino al 24 maggio.

Alessandro Roma - Salvia - 2012 - courtesy l'artista & Brand New Gallery, Milano

La Brand New Gallery per la prima volta ospita una personale, il sole mi costrinse ad abbandonare il giardino di Alessandro Roma (Milano, 1977). Grandi tele scenografiche e sculture e collage come “hortus conclusus”, allegoria della Vergine, degli amori cortesi, dell’orticello botanico medievale, con sculture organiche che germinano foglie della velenosa Mandragola di Machiavelli, dialogando con un passato manierista che emerge anche nelle apparizioni di busti e faccione delle sculture del bosco di Bomarzo. Roma è un antico in querelle con i moderni, o viceversa? Sicuramente è colto e lavora in dialogo con Rousseau, Monet, Klee. Una pittura di sovrapposizioni e apparizioni e sparizioni, con una sofisticata ricerca dei materiali. Siamo in attesa tra le fronde di questo manto mimetico contemporaneo, dove la natura dà sollievo, ma anche terrore. Come in Picnic a Hanging Rock.

Neve Mazzoleni

Milano // fino al 24 maggio 2012
Alessandro Roma – il sole mi costrinse ad abbandonare il giardino
BRAND NEW GALLERY
Via Farini 32
02 89053083
[email protected]
www.brandnew-gallery.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Neve Mazzoleni
Neve Mazzoleni. Background di storica dell’arte e filosofa, perfezionata in management dell’arte e della cultura e anche in innovazione sociale, business sociale e project innovation. Per anni è stata curatrice ed exhibition manager della collezione corporate internazionale di UniCredit all’interno del progetto UniCredit&Art; attualmente ricopre ruoli di comunicazione per progetti di finanza sociale e sostenibilità. Quando riesce cura progetti artistici come indipendente. Ha scritto per diverse testate di settore sulle fondazioni e imprese private impegnate nello sviluppo di progetti culturali, di centri di produzione culturale dal basso, di arte contemporanea. I suoi maggiori interessi sono l’innovazione sociale a base culturale, le forme di ibridazione fra i settori pubblico e privato a favore della cultura, i dibattiti sulla sostenibilità sociale e ambientale che fanno leva sulla cultura.