Rigenerazione urbana a Milano: chi vuole progettare l’immagine della nuova Piazzale Loreto?

Al via il bando per creativi per co-progettare l’identità visiva e l’immagine coordinata del progetto LOC – Loreto Open Community che, in vista delle Olimpiadi Milano-Cortina 2026, si trasformerà in una piazza verde, sostenibile e smart.

LOC Render
LOC Render

Un contest per co-progettare l’immagine del nuovo Piazzale Loreto, anello di congiunzione tra Corso Buenos Aires, Viale Monza e Via Padova, in procinto di trasformarsi da snodo di traffico in una piazza verde e vitale, e diventare uno dei simboli delle Olimpiadi Milano-Cortina 2026. Nhood, società di servizi e consulenza immobiliare – in qualità di capo cordata del progetto vincitore del bando internazionale Reinventing cities indetto dal Comune di Milano insieme a C40 per la rigenerazione urbana di piazzale Loreto – ha infatti lanciato una call for ideas, rivolta a studi grafici, agenzie di comunicazione e branding che hanno la loro sede in quest’area, per realizzare l’identità visiva e l’immagine coordinata di LOC – Loreto Open Community.

LOC – LORETO OPEN COMMUNITY

LOC – Loreto Open Community è appunto il progetto che ha vinto il bando internazionale C40 Reinventing Cities per la riqualificazione urbana di Piazzale Loreto a Milano con un team multidisciplinare guidato dallo studio Ceetrus Nhood, con la collaborazione di Arcadis Italia, Metrogramma Milano, Mobility In Chain, Studio Andrea Caputo, LAND, Squadrati, Temporiuso, FROM, IGP Decaux, Siemens, Helexia, Alchema CO+FABB, Miage, Starching.  Progettato grazie ad un approccio integrato, con l’ascolto e il coinvolgimento della comunità locale sia in fase pre-progettuale che nelle fasi successive, LOC sarà concepito come un grande hub vitale e flessibile in cui le persone potranno vivere mostre, concerti, spazi di aggregazione e di cultura, servizi e un’ampia proposta food, all’interno dei volumi e delle aree esterne della nuova Piazza. Qui saranno piantati alberi ad alto fusto per creare aree verdi capaci di mitigare l’effetto isola di calore e assorbire la CO2. Infine, grazie all’utilizzo di tecnologie digitali per il monitoraggio e l’ottimizzazione dei parametri energetici e all’app per rendere più agevole l’accesso ai servizi del nuovo distretto, LOC sarà un “Quartiere Intelligente e Sostenibile”.  

IL BANDO PER CREARE L’IDENTITÀ VISIVA DI LOC – LORETO OPEN COMMUNITY

Vogliamo creare l’identità visiva e l’immagine coordinata di LOC – LORETO OPEN COMMUNITY. Per farlo vogliamo coinvolgere con una OPEN CALL gli studi grafici, le agenzie di comunicazione e branding e i gruppi di liberi professionisti che hanno la loro sede di attività nell’area allargata di Loreto e costruire insieme l’identità visiva di questo progetto urbanistico così importante per il territorio e per la Milano del futuro”, spiegano i promotori. “LOC – Loreto Open Community è un progetto integrato che comprende un luogo pubblico, la piazza – bella, luminosa e aperta a tutti – e un insieme di contenuti e servizi ai cittadini. Ecco perché i significati che l’identità visiva dovrà raccontare sono riassumibili nelle parole chiave Abbraccio, Insieme, Interculturalità, Relazioni di Comunità, Senso di appartenenenza, Tempo ritrovato e Sostenibilità ambientale”.

A CHI È RIVOLTO IL BANDO PER LORETO OPEN COMMUNITY

Il bando è rivolto a studi, agenzie e professionisti residenti nell’area urbana che abbraccia i Nuclei d’identità locale di Stazione Centrale – Ponte Seveso (NIL 10), Padova – Turro – Crescenzago (NIL 19), Loreto – Casoretto – NoLo (NIL 20), Buenos Aires – Porta Venezia – Porta Monforte (NIL 21), Città studi (NIL 22). I team che sceglieranno di partecipare dovranno inviare la loro proposta di gara contenente il concetto creativo, reference, portfolio e preventivo per la successiva realizzazione dell’immagine coordinata. Solo il team che sarà selezionato in base al suo progetto – scelto in base alla coerenza e alla originalità della proposta e all’equità della sua proposta economica rispetto ai valori di mercato – sarà poi incaricato di creare l’immagine coordinata di LOC-Loreto Open Community in collaborazione con la cordata di progetto che sta realizzando questa nuova iconica piazza di Milano. C’è tempo fino al 18 marzo 2022 per partecipare.

– Claudia Giraud

http://loretoopencommunity.com/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).