Bando internazionale del Ministero per i direttori di 4 nuovi musei e parchi archeologici

È online sul sito del Ministero della Cultura il bando per i direttori del Museo dell’Arte digitale, del Parco archeologico di Cerveteri e Tarquinia, del Parco archeologico di Sepino e della Pinacoteca di Siena

Necropoli di Cerveteri

È online sul sito del Ministero della Cultura il bando internazionale per i direttori del Museo dell’Arte Digitale, del Parco archeologico di Cerveteri e Tarquinia, del Parco archeologico di Sepino e della Pinacoteca di Siena. Ad annunciarlo il ministro Dario Franceschini che, dopo aver approvato l’istituzione di questi quattro nuovi musei nazionali autonomi oltre un mese fa nell’ambito dello stesso decreto relativo alla nascita della Soprintendenza speciale Pnrr, ora pensa a trovargli un direttore.

I BANDI DEL MIC

Grazie a questo nuovo bando 4 nuove istituzioni culturali italiane”, dichiara il Ministro Franceschini, avranno un direttore selezionato tra i massimi esperti nazionali e internazionali”. Si tratterà nuovamente di un mandato di 4 anni, rinnovabile per altri 4, con un compenso annuo lordo di 83.142,69 euro, più eventuale premio di risultato, pari a un massimo di 15mila euro, per un incarico di “direttore-manager”, con compiti legati non solo alla valorizzazione e promozione delle collezioni dell’istituzione di competenza, ma anche alla gestione della macchina organizzativa del museo, grazie all’autonomia manageriale conferita nell’ambito della cosiddetta Riforma Franceschini. “È un ulteriore passo avanti nel percorso di riforma del sistema museale italiano”, continua il ministro. “I dati degli ultimi anni sono molto positivi: l’incrocio tra autonomia e qualità dei direttori si è dimostrato un binomio virtuoso per l’offerta culturale italiana riconosciuto in ambito internazionale”.

LE NUOVE ISTITUZIONI NAZIONALI AUTONOME: I MUSEI

Quella appena annunciata dal Ministero della Cultura è dunque una selezione pubblica internazionale per il conferimento dell’incarico di livello dirigenziale non generale di direttore di quattro nuove istituzioni, tra musei e parchi archeologici. Si tratta del Museo dell’Arte Digitale che avrà sede a Milano e sarà dedicato alla produzione e presentazione di contenuti digital, svolgendo un ruolo strategico nelle scenario culturale contemporaneo, sempre più connesso e globalizzato, in cui la stessa nozione di opera e di pubblico va inevitabilmente evolvendo; della Pinacoteca Nazionale di Siena, collocata nel Palazzo Buonsignori, che ospita la più importante collezione di dipinti su tavola a fondo oro del Trecento e Quattrocento senese, con capolavori di Duccio di Buoninsegna, Simone Martini, Pietro e Ambrogio Lorenzetti. Nel 2019 il museo ha avuto quasi 10mila visitatori.

LE NUOVE ISTITUZIONI NAZIONALI AUTONOME: I PARCHI ARCHEOLOGICI

Del Parco archeologico di Cerveteri e Tarquinia che comprende la necropoli della Banditaccia, la più estesa dell’area mediterranea, iscritta nel 2004 dall’Unesco nella lista del patrimonio dell’umanità, il Museo archeologico nazionale di Tarquinia, che ha sede nell’antico Palazzo Vitelleschi e conserva tra l’altro il celebre altorilievo dei cavalli alati provenienti dagli scavi dell’Ara della Regina, e la necropoli di Monterozzi, siti che complessivamente hanno registrato oltre 153mila visitatori nel 2019; infine, del parco archeologico di Sepino che comprenderà l’omonima area archeologica, con i resti dell’antica città romana sorta nella valle del Tammaro, e il museo della città e del territorio, siti che complessivamente nel 2019 hanno visto oltre 27mila visitatori.

COME FUNZIONERÀ LA SELEZIONE

Come in passato”, conclude Franceschini, “sarà una commissione composta da esperti di chiara fama e elevato livello scientifico a valutare le candidature”. Le candidature verranno, infatti, esaminate da una commissione di valutazione, composta da cinque membri di esperti di chiara fama nominati dal ministro. La commissione, esaminate le domande pervenute, ammetterà ad un colloquio, previsto nel mese di dicembre 2021, fino a un massimo di dieci candidati, da cui selezionerà una terna di nominativi da sottoporre al Direttore Generale Musei per la scelta finale. Gli interessati alla direzione di questi istituti dovranno presentare la propria candidatura entro le ore 12 del 10 settembre 2021, allegando il proprio curriculum vitae e una breve lettera di presentazione in italiano e in inglese.

Claudia Giraud

https://cultura.gov.it/museitaliani

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).