Nasce a Carrara il Polo Museale Cittadino: nominati i direttori dei musei CARMI e CAP

Assegnata la Direzione scientifica dei Musei Cap – Centro Arti Plastiche e Carmi – Museo Carrara e Michelangelo, rispettivamente a Laura Barreca e a Mario Ciampolini, entrambi docenti dell’Accademia di Belle Arti della città toscana

CARMI - Museo Carrara e Michelangelo
CARMI - Museo Carrara e Michelangelo

Carrara è sempre più attiva nell’ambito della programmazione culturale e nell’apertura di nuove realtà espositive: lo dimostra la recente inaugurazione di CARMI – Museo Carrara e Michelangelo con l’esposizione permanente dedicata al grande maestro rinascimentale, che va ad affiancarsi alle attività del CAP – Centro Arti Plastiche, rivolto invece all’arte contemporanea, ma sempre nel solco del marmo, segno distintivo di Carrara. Ora il rilancio del Polo Museale Cittadino da parte dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Carrara, guidato da Federica Forti, vede il suo definitivo atto di nascita nella decisione di dotare di Direttori scientifici i musei CARMI e CAP della città. “Una scelta significativa e rivoluzionaria rispetto al passato, finalizzata a garantire identità, continuità e coerenza alla programmazione museale, nella convinzione che il museo debba rappresentare un riferimento culturale tra passato e presente non solo per i turisti ma anche per tutti i cittadini di tutte le età”, si legge nella dichiarazione ufficiale dell’assessorato. “Un cambio culturale fondamentale che contribuirà alla crescita della città, anche grazie all’alto profilo professionale dei due Direttori designati alla guida dei due musei”. Laura Barreca andrà a ricoprire il ruolo di Direttore scientifico del CAP Centro Arti Plastiche: analogo ruolo è stato assegnato a Marco Ciampolini per il CARMI Museo Carrara e Michelangelo.

LA DIREZIONE SCIENTIFICA

La direzione scientifica è stata affidata ai due docenti dell’Accademia di Belle Arti di Carrara sulla base di comprovate competenze tecniche e scientifiche:  il provvedimento assunto, a decorrere dallo scorso 1 aprile con scadenza il 31 dicembre 2020, oltre all’aver individuato due professionisti altamente qualificati in quanto titolari di cattedra universitaria, consentirà anche di realizzare una economicità di risorse, grazie alla collaborazione pluriennale con l’Accademia di Belle Arti, nell’ottica della valorizzazione e promozione del patrimonio museale cittadino. “Sono estremamente onorata di ricevere l’incarico di Direzione del CAP Centro Arti Plastiche, e di concerto con l’Assessorato alla Cultura, il mio impegno sarà rivolto alla costruzione di un programma culturale ampio, che comprenderà, oltre ai progetti espositivi, iniziative di inclusione sociale volte a rafforzare il rapporto con il territorio, e la creazione di legami con le eccellenze locali ed extraterritoriali”, spiega Laura Barreca.

LE PAROLE DELLA BARRECA

Il progetto museale si baserà sulla valorizzazione e promozione del patrimonio artistico, storico, antropologico di Carrara attraverso i diversi formati delle arti contemporanee, con l’obiettivo di consolidare i legami  pubblico-privato anche su scala urbana, ripensando il Museo come dispositivo di produzione culturale”. Per il neo Direttore Marco Ciampoli il concetto ottocentesco di Museo, quale mero contenitore di opere d’arte, ha oggi ceduto il passo a nuovi istituti che all’idea di ‘conservazione’ uniscono quella di ‘approfondimento’. “Con questo criterio innovativo è nato il Museo Carmi, per dare solidità scientifica e didattica al mito del rapporto del grande Michelangelo con la città del marmo”, dice Ciampoli. “Apparati tecnologici ci portano alla conoscenza capillare delle opere del maestro, anche attraverso le affascinanti testimonianze verbali degli scultori del Novecento e della produzione cinematografica. L’intento, oggi, è quello di ampliare questo dialogo, presentando opere e maestri che hanno amplificato questo mito, così da fare di Carrara un luogo ineludibile per addentrarci nel percorso di conoscenza del maestro, della sua fortuna e della grande scultura in marmo. Chi è Marco Ciampolini? Marco Ciampolini (Siena, 1959) è docente di ruolo di II fascia nel settore Stile, Storia dell’arte e del Costume per l’insegnamento di Arte Moderna presso l’Accademia, oltreché autore di numerose pubblicazioni specialistiche e curatore e responsabile scientifico di mostre temporanee. Chi è Laura Barreca? Professore di Storia dell’Arte all’Accademia di Belle Arti di Carrara e docente di Fenomenologia dei Media e Storia e Teoria dei Nuovi Media all’Accademia di Belle Arti di Palermo, dal 2014 è Direttore del Museo Civico di Castelbuono (Palermo). Autrice di pubblicazioni specialistiche come il saggio Arte e Tecnologia. Dalle Avanguardie storiche alla New Media Art (Aracne, 2013) e co-autrice del volume di Terrazza. Storie, artisti, luoghi in Italia negli anni Zero (Marsilio, 2013), è anche curatrice e responsabile scientifico di mostre temporanee, con collaborazioni con musei e fondazioni, tra cui PAN-Palazzo delle Arti Napoli (di cui è stata curatrice dal 2007 al 2009), l’Archivio S.A.C.S. del Riso-Museo Regionale d’Arte moderna e contemporanea della Sicilia, Fondazione Quadriennale di Roma, Fondazione MAXXI, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali -“Sensi Contemporanei”, in Basilicata, Fondation Ariane de Rothschild, Istituto Italiano di Cultura di New York e di Parigi, Civitella Ranieri Foundation, la Fondazione Merz.

-Claudia Giraud

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).

LEAVE A REPLY