Aste a Londra. 10 giorni di fuoco per il mercato dell’arte. Tanti pezzi grossi

Impressionisti, Surrealisti, artiste donne e opere della grande Vienna. Ecco tutti i lotti da monitorare nella dieci giorni di aste a Londra di Christie’s e Sotheby’s.

Christie's, The Old Master and British Paintings Evening Sale, Londra, luglio 2016
Christie's, The Old Master and British Paintings Evening Sale, Londra, luglio 2016

Londra si prepara a 10 giorni di fuoco nel settore delle aste e come al solito a dividersi la scena sono Christie’s e Sotheby’s. Si inizierà la sera del 28 Febbraio, da Christie’s con l’asta dedicata ad Impressionist & Modern Art, mentre il giorno dopo sarà la volta di Sotheby’s sempre sullo stesso tema. Poi 7 Marzo, Christie’s ed 8 Marzo, Sotheby’s riattiveranno i martelli d’asta per le opere relative a Post-War and Contemporary Art. In attesa della diretta di Artribune, vi segnaliamo intanto i pezzi forti da monitorare. Da Christie’s la sera del 28 Febbraio saranno battuti 51 lotti, molti dei quali provenienti da due tra le collezioni private europee più importanti, quali la collezione personale di Barbara Lambrecht ed i lavori di Le Corbusier dalla collezione museale di Heidi Weber.

IMPRESSIONISTI E SURREALISMO

Di Le Corbusier saranno in asta tre olii e quattro lavori su carta. L’appuntamento sarà anche occasione per presentare diversi lavori di artiste donne, rare in un periodo artistico dominato da uomini. Opere di Berthe Morisot, di Eva Gonzales (pupilla di Édouard Manet) e Suzanne Valadon, la prima pittrice ad essere ammessa alla Société Nationale des Beaux-Arts nel 1894 saranno al centro della “contesa”.
Saranno inoltre presentati anche 35 lotti a tema “The Art of the Surreal” che tracceranno la storia di Dada e del Surrealismo, con opere di Magritte (La corde sensible, 1960), Max Ernst. con addirittura sette opere offerte dalla stessa famiglia dell’artista, dalla collezione di Barbara Lambrecht e due opere appartenenti, dal 1954, al The Art Institute of Chicago.

KLIMT, PICABIA E MAGRITTE

Passiamo ora a Sotheby’s dove l’asta del’1 Marzo sarà pilotata, e ci si aspettano quotazioni record, da una delle opere di maggior dimensioni realizzata da Gustav Klimt, dal titolo Bauerngarten (1907), dipinto negli anni d’oro della carriera dell’artista, in mostra l’anno scorso alla mostra della Royal Academy di Londra ed all’asta, per la prima volta, dopo oltre 20 anni. Saranno battute anche quattro tra le principali opere di Picasso, tra le quali Plant de Tomates del 1944, rimasta in una collezione privata per 40 anni sin da quando fu venduta da Sotheby’s NY nel 1976, si parla già di una quotazione tra i 10 ed i 15 milioni di sterline. Ma ci sarà da seguire con attenzione anche un’opera tahitiana di Gauguin, il celebrato ritratto di Baranowski realizzato da Modigliani ed altre opere tra le quali dei Pissarro e Sisley. Così come da Christie’s anche l’asta di Sotheby’s avrà una sezione aggiuntiva sul Surrealismo con opera principale ‘Moment de transition’, opera del 1930 di Dalì, e poi opere di Magritte, Picabia e Arp, tra gli altri.

– Mario Bucolo

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Mario Bucolo
Mario Bucolo è fotografo professionista (awards winners come si dice di chi ha ricevuto premi e riconoscimenti internazionali), pur amando definirsi ‘artigiano dell’immagine’, specializzato in architettura, landscape, viaggi. Catanese, vive e lavora a Londra da alcuni anni. Ma Mario Bucolo è anche un esperto in marketing, comunicazione, visibilità e social media prevalentemente per i musei e per il settore cultura, lavorando e presentando studi nel settore sin dal 1991, anche nel ruolo di co-fondatore dell'iniziativa Europea 'Medici Framework' e di editore del portale mondiale sui musei. Nel 2008 ha contribuito, come guest author, all'ultimo libro di Philip e Neil Kotler sul marketing per i musei con un capitolo su "Musei ed E-communication". Nel 2010 è stato candidato alla presidenza di ICOM Italia. Prima ancora, dal 1984, è stato tra i pionieri europei delle applicazioni multimediali interattive (kiosk, Laser disc, Cd-Rom etc).