Nonostante la pandemia a Parigi arriva 1-54 Contemporary African Art Fair

La fiera dedicata all’arte contemporanea africana – con edizioni a Londra, New York e Marrakech – approda a Parigi, negli spazi della casa d’aste Christie’s

1-54 Contemporary Art Fair
1-54 Contemporary Art Fair

Nel 2020 abbiamo assistito a una lunga serie e cancellazioni di mostre, fiere ed eventi d’arte in tutto il pianeta e, considerato l’andamento della pandemia nelle ultime settimane, pare che i prossimi mesi la situazione non sarà molto differente. Un quadro, questo, non complicato da prevedere, spingendo infatti le principali fiere d’arte internazionali a rivedere i propri piani per il 2021: Art Basel ha posticipato la sua prossima edizione a Hong Kong da marzo a maggio, Frieze Los Angeles da febbraio a luglio e miart da aprile a settembre. Eppure tra pochi giorni una fiera aprirà le sue porte al pubblico, e in una località “insolita”: si tratta di 1-54 Contemporary African Art Fair – rassegna fondata da Touria El Glaoui che conta edizioni a Londra (dal 2013), New York (dal 2015) e Marrakech (dal 2018) e dedicata all’arte contemporanea africana – che dal 20 al 23 gennaio lancerà una nuova edizione a Parigi, in collaborazione con Christie’s. La fiera infatti si terrà negli spazi della casa d’aste, ad Avenue Matignon. 

1-54 CONTEMPORARY A PARIGI. RISPOSTA ALLA BREXIT? 

La scelta di portare un avamposto della fiera a Parigi arriva a ridosso dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europa, avvenuta lo scorso 1 gennaio. Una scelta, quindi, dettata anche dal nuovo e ancora sconosciuto scenario economico che la Brexit comporterà, aggravato dall’imperversare della pandemia. “Tutti parlano di vari scenari post-Brexit per Londra e Parigi, ma ad essere onesti nessuno sa davvero cosa accadrà”, ha dichiarato ad Artnet News il direttore di 1-54 Touria El Glaoui. “Tuttavia, per noi è una buona opportunità per testare il mercato a Parigi”.

1-54 CONTEMPORARY A PARIGI. LA COLLABORAZIONE CON CHRISTIE’S 

Ciò che più colpisce dell’edizione parigina di 1-54 è la collaborazione con Christie’s, che ospiterà l’evento, naturalmente nel rispetto delle normative nazionali e delle misure sanitarie per garantire la sicurezza di tutti: l’accesso agli ospiti VIP è da prenotare online, il numero dei partecipanti sarà contingentato e sarà ovviamente obbligatorio indossare la mascherina. Sono 19 in tutto le gallerie partecipanti alla piccola fiera e, contemporaneamente all’evento ad Avenue Matignon, si terrà anche una rassegna virtuale, la 1-54 Online. Si svolgerà sempre online l’1-54 Forum, programma di eventi che comprende conferenze, proiezioni, performances e workshop. Il programma è curato da LE 18, spazio artistico multidisciplinare di Marrakech, e si terrà durante il periodo della fiera e per tutto il mese di febbraio.

– Desirée Maida 

Parigi // dal 20 al 23 gennaio 2021
1-54 Paris at Christie’s
Christie’s
Avenue Matignon
www.1-54.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.