Fiere e pandemia. Frieze Los Angeles posticipa la prossima edizione da febbraio a luglio 2021

Dopo Art Basel Hong Kong, un altro colosso fieristico internazionale rivede i propri programmi per il prossimo anno: sembra che la tendenza sia quella di aspettare come evolverà la pandemia nel corso dei primi sei mesi del 2021

Paul McCarthy, Daddies Tomato Ketchup @ Frieze Los Angeles, Projects
Paul McCarthy, Daddies Tomato Ketchup @ Frieze Los Angeles, Projects

Giunti quasi alla fine di un 2020 che ha costretto il sistema dell’arte – così come tutti gli altri ambiti produttivi – a rinunciare a fiere, mostre e biennali a causa della pandemia, il 2021 si preannuncia ugualmente incerto e turbolento, almeno nella prima parte dell’anno, tanto da spingere le maggiori fiere d’arte internazionali a rinviare i primi appuntamenti. Vi abbiamo già parlato di Art Basel Hong Kong, la cui prossima edizione, che avrebbe dovuto tenersi a marzo 2021, è stata posticipata dal 21 al 23 maggio: “riteniamo che spostare la fiera a maggio sia la decisione giusta, dato l’attuale sviluppo della pandemia e il suo impatto sulle restrizioni ai viaggi internazionali”, ha commentato il Director Asia di Art Basel Adeline Ooi. Adesso invece è la volta di Frieze Los Angeles, che ha appena annunciato le nuove date della prossima edizione della fiera: la rassegna nata dal colosso fieristico Frieze Art Fair che, dopo Londra e New York, nel 2018 per la prima volta è sbarcata nella Città degli Angeli, trovando casa nei mitici studi hollywoodiani della Paramount, è stata rinviata da febbraio a luglio 2021. 

FRIEZE LOS ANGELES 2021: DAGLI STUDI DELLA PARAMOUNT ALLA FIERA DIFFUSA 

La principale caratteristica della terza edizione di Frieze LA è di tipo logistico: la rassegna infatti “vedrà anche l’introduzione di un nuovo format che si svolgerà in tutta la città, sfruttando al massimo la storia architettonica, gli spazi e i luoghi unici di Los Angeles”, si legge sul sito di Frieze. Si tratterà quindi di una manifestazione diffusa che, contrariamente all’usuale “modello fiera”, permetterà di evitare assembramenti; negli stessi giorni dell’evento fisico sarà inoltre lanciata la versione digitale della fiera.

FRIEZE LOS ANGELES 2022 

Sperando che l’emergenza sanitaria possa essere contenuta presto, Frieze LA si proietta verso il futuro anticipando che per il 2022 la fiera prevede di ritornare alle sue usuali date di febbraio: “Frieze Los Angeles implementerà i più elevati standard di salute e sicurezza e impiegherà le politiche e le procedure appropriate per garantire la sicurezza dei visitatori, delle gallerie e del personale”, sottolineano gli organizzatori. Le stesse motivazioni hanno spinto Frieze New York  a cambiare sede nel 2021: dallo spazio di Randall’s Island, un isolotto in mezzo all’East River, la fiera si terrà al centro culturale polifunzionale The Shed dal 5 al 9 maggio, presentando 60 espositori anziché 200. 

– Desirée Maida

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.